Verso Inter-Sassuolo la conferenza stampa di Spalletti

Il tecnico nerazzurro alla vigilia del match col Sassuolo: "Contro i neroverdi vogliamo i tre punti, la campagna BUU è una grande opportunità per isolare il razzismo"

Il tecnico nerazzurro alla vigilia del match col Sassuolo: “Contro i neroverdi vogliamo i tre punti, la campagna BUU è una grande opportunità per isolare il razzismo”

Verso Inter-Sassuolo la conferenza stampa di Spalletti

MILANO – Prima conferenza stampa del 2019 per Luciano Spalletti, che ha risposto alle domande dei giornalisti presenti presso il Centro Sportivo Suning alla vigilia della sfida casalinga di campionato contro il Sassuolo.

Le prime parole del tecnico nerazzurro riguardano la campagna BUU – Brothers Universally United: “E’ il modo attraverso cui la Società ha scelto di trasformare un episodio negativo in una grande opportunità per prendere definitivamente le distanze da chi assume comportamenti negativi all’interno degli stadi. Gli interisti sono da sempre Fratelli Del Mondo e questo messaggio che viene oggi lanciato dalla Società va esattamente nella medesima direzione. Contiamo sulla collaborazione dei nostri splendidi tifosi, che hanno sempre fatto vedere di stare dalla parte giusta. Le migliaia di bambini che domani saranno presenti allo stadio possono lanciare un messaggio importantissimo, sono loro che rappresentano il futuro del nostro sport. Spero che tutte le realtà del calcio condividano il nostro messaggio, perché tutte quante vogliono eliminare la componente del razzismo”.

Si torna a parlare di questioni di campo: “Alla dirigenza del Sassuolo vanno fatti i complimenti per il grande lavoro che hanno svolto in questi ultimi anni. Giocano bene a calcio, sono convinti delle loro idee e mi congratulo con De Zerbi. Noi ripartiamo in campionato basandoci sul nostro lavoro quotidiano. Contro ogni avversario vogliamo esprimere il nostro calcio propositivo, anche se nelle ultime partite non sempre abbiamo mostrato al meglio le nostre qualità: in questo dobbiamo riuscire ad essere più continui, per arrivare ad essere la squadra che abbiamo in mente. In questo senso, la vittoria contro il Benevento secondo me indica che stiamo crescendo, perché è una partita che avremmo potuto sottovalutare. Sassuolo nostra ‘bestia nera’? Questo per noi è soltanto uno stimolo in più, l’obiettivo mio e dei giocatori è quello di andare a prenderci i tre punti”.

Cosa si aspetta Spalletti dalla seconda parte di stagione? “Non so quanti punti faremo nel girone di ritorno, non dobbiamo darci limiti. Siamo l’Inter, abbiamo ambizioni forti e vogliamo raggiungere il massimo possibile. Vogliamo vincere dei titoli, è troppo tempo che un Club prestigioso come l’Inter non conquista un trofeo. Non sarà facile perché gli avversari sono tanti, ad esempio il Napoli, che negli ultimi anni è sempre stato avanti a noi, contro cui abbiamo vinto con merito”.

Alcune considerazioni sui singoli: “De Vrij? E’ un grande professionista e un grande giocatore, sin qui ha fatto quel che ci aspettavamo. Ha grande qualità, ha tecnica, sa difendere, ha carattere e forza fisica: la Società è stata brava a portare qui un giocatore di alto livello. Keita? Spiace per il suo problema fisico: stava vivendo un buon momento, ma la nostra rosa può sopperire alla mancanza di chiunque. Nainggolan? Sta recuperando la miglior condizione, per fare la differenza lui ha bisogno di essere al massimo dal punto di vista fisico. E’ dispiaciuto lui per primo dell’andamento nell’ultimo periodo: sta tornando quello che tutti conosciamo, da qui alla fine della stagione lo dimostrerà”.

In chiusura, una battuta sulle tante voci di calciomercato di questo periodo: “Al nostro interno non c’è assolutamente confusione. Siamo nel pieno del calciomercato invernale, quindi accettiamo tutti i nomi e le anticipazioni che si sentono in questi giorni, come sempre accade. Sui social tutti noi tesserati dell’Inter dobbiamo avere la consapevolezza che i nostri messaggi sono aperti e vengono letti da tutti. A questo proposito, il messaggio di Ranocchia in settimana era bellissimo, ha dimostrato di voler più bene all’Inter che a se stesso”.

 

Sito ufficiale F.C.

Print Friendly, PDF & Email