Verso Lazio – Inter, la conferenza stampa di Stefano Vecchi

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia di lazio- Inter


Verso Lazio – Inter, la conferenza stampa di Stefano Vecchiera

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia di lazio- Inter

APPIANO GENTILE – Alla vigilia di Lazio-Inter, l’allenatore nerazzurro Stefano Vecchi ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa: “Il segnale che ha dato la squadra durante la settimana è che non vuole finire in questo modo. È stata una settimana migliore della precedente, i giocatori si sono anche abituati ai nostri modi di lavorare e intendere la settimana”.

Su Barbosa e Pinamonti: “Gabriel ha bisogno di giocare, qui ha fatto fatica perché davanti a lui ci sono giocatori importanti. Per esempio Eder, che è stato spsso fuori, è titolare della Nazionale. Qui non è semplice trovare spazio, probabilmente si aspettava di vivere una stagione diversa, ma è un percorso di un ragazzo giovane con qualità. Andrea è una soluzione. In una situazione diversa probabilmente domani avrebbe giocato, ma in un momento così non vorrei che si sentisse troppo sotto pressione”.

“La squadra dal punto di vista fisico fa ciò che gli viene chiesto. In questo momento i giocatori stanno facendo fatica a livello mentale a venire fuori da un momento così. È stata una stagione storta che dobbiamo cercare di finire bene. Adesso tocca a me motivare questo gruppo e cercare di portare al termine la stagione nel miglior modo possibile”.

Una domanda poi sull’avversario di domani: “La Lazio ha fatto una stagione di spessore, ha dimostrato di avere giocatori importanti ma non solo i titolari, anche quelli che sono fuori. E faccio i complimenti a Simone Inzaghi. Abbiamo cercato di studiare alcune soluzioni che ci possano aiutare ad affrontare una squadra che non sappiamo ancora come potrà giocare”.

Vecchi torna poi ad analizzare la partita contro il Sassuolo: “Dal punto di vista caratteriale ho visto una squadra che ha spinto, che ci ha provato fino alla fine. Abbiamo sbagliato dei gol, colpito un palo, abbiamo fatto un errore che ci è costato l’1-0. Non era un ambiente semplice e facile, secondo me abbiamo fatto una partita discreta ma con risultato negativo. È normale che dobbiamo fare qualcosa in più, siamo l’Inter. In questo momento le partite sono tutte difficili, a maggior ragione contro squadre come la Lazio che non hanno nulla da perdere e con valori importanti”.

“La dirigenza è consapevole della situazione difficile che si è creata, e ci è vicina. So che io e il mio staff siamo stimati, e vorremmo regalargli qualcosa di positivo”, ha concluso il tecnico.

{loadposition EDintorni}

 

Print Friendly, PDF & Email