Vai al contenuto

Lecce-Inter, le pagelle: Lautaro letale, Frattesi ha quantità e qualità

Audero 6+ Piccoli gli sporca i guantoni un paio di volte, lui si fa trovare pronto. Con i piedi non è Sommer ma se la cava. Festeggia la prima presenza in A con l’Inter con un clean sheet.

Bisseck 6+ La tecnica non è il suo forte e soffre la pressione di Sansone in più di una circostanza. Molto meglio quando può galoppare in avanti: una sua fuga palla al piede dà iniziò all’azione che porta al gol di Frattesi.

de Vrij 7 Uno stacco imperioso gli regala la gioia del gol. Dietro il lavoro da svolgere è il minimo sindacale: si fa sempre trovare pronto.

Carlos Augusto 6,5 Ennesima prestazione solida, stavolta da braccetto sinistro. Chiusure sempre puntuali e nessuna sbavatura nell’impostazione dal basso.

Dumfries 6 Nel primo quarto di partita è troppo confusionario e dalla sua parte il Lecce riesce a creare qualcosa con l’accoppiata Gallo-Sansone. Prova sufficiente ma non brillante, nemmeno in fase di spinta.

Frattesi 7+ Un gol, un assist, tanti strappi dei suoi e un’applicazione costante nelle due fasi. Sempre più dodicesimo uomo di questa Inter.

Asllani 6,5 L’esterno che mette Lautaro davanti al portiere per l’1-0 è delizioso. Gioca a tutto campo, è sempre nella posizione giusta per farsi servire dai compagni. Playmaker puro, grande personalità.

Mkhitaryan 6 Non è brillante come nelle serate migliori ma è comprensibile visto il minutaggio mostruoso delle ultime settimane. Qualche passaggio sbagliato di troppo per uno come lui ma porta comunque a casa la pagnotta, non risparmiandosi quando c’è da correre all’indietro.

Dimarco 7 Non ingrana mai la quarta e forse nemmeno la terza, eppure domina senza troppi patemi la fascia sinistra. Serve l’assist del 4-0 a de Vrij e non va lontano dal gol con un bel sinistro al volo.

Lautaro 7,5 Due occasioni, due gol. In maglia nerazzurra fanno 101. Per le difese della Serie A quest’anno è semplicemente immarcabile.

Sanchez 7 Tanta volontà e qualche bella giocata nella prima mezz’ora, poi cala di intensità. Nella ripresa però torna a cucire il gioco sulla trequarti con qualità e confeziona un assist da campione per Frattesi.

 

Inzaghi 7 Cambia tanto rispetto alla formazione base ma il risultato resta lo stesso: la gioiosa macchina da gol dell’Inter travolge anche il Lecce e fornisce l’ennesima prova di forza di una stagione fin qui al limite della perfezione. Ventiduesimo clean sheet in 35 partite: i numeri iniziano ad essere mostruosi.

 

Subentrati

dal 55′ Barella 6,5 Sostituisce l’ammonito Asllani e si piazza tra le due mezzali. Giostra il pallone a destra a sinistra come se avesse sempre giocato in quel ruolo.

dal 65′ Arnautovic 6 Appena entrato ha una buona occasione ma il suo destro è respinto da Falcone. La condizione fisica è in netto miglioramento.

dal 65′ Klaassen 6 Ordinato e volenteroso, fa il suo quando il risultato non è più in discussione.

dal 76′ Akinsanmiro 6+ Un suo bel filtrante porta al tiro Arnautovic. I primi minuti tra i professionisti promettono bene.

dal 76′ Buchanan 6 Schierato nuovamente a sinistra. Il dribbling è di alto livello, andrà testato in contesti più sfidanti.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vincenzo Corrado

Vincenzo Corrado

Giornalista professionista, scrittore e altre cose che andavano di moda prima dell'intelligenza artificiale. Caporedattore de Il NerazzurroView Author posts