Vai al contenuto

Lo stop di Acerbi fa riflettere l’Inter: torna di moda Bijol ma il sogno resta un altro

Jaka Bijol - rumors Inter
CONDIVIDI:
Banner Libro

Calciomercato Inter. La rinuncia agli europei per Acerbi dovuto ai problemi con la pubalgia ha fatto riaccendere una spia in casa Inter: servirebbe un terzo centrale per non farsi trovare impreparati in caso di infortuni.

Una valutazione che in casa Inter vige da alcuni anni: il recupero di De Vrij, tornato su alti livelli, e soprattutto il sorprendente rendimento di Acerbi in queste due stagioni hanno permesso di rimandare qualsiasi discorso. Ma il momento per cercare un altro centrale sembra arrivato: Acerbi il prossimo anno avrà 37 anni e gli acciacchi fisici iniziano ad aumentare mentre De Vrij compierà 33 anni. Per questo la dirigenza interista è al lavoro per acquistare un difensore che possa sopperire alle assenze e possa crescere in una stagione di ambientamento per poi essere promosso come titolare in futuro.

Riemerge il nome di Bijol

Riemerge il nome di Bijol, difensore dell’Udinese già in orbita Inter da qualche mese. La salvezza conquistata dalla squadra friulana ha scongiurato lo scenario di dover vendere i propri pezzi pregiati a prezzi di saldo ma si prospetta comunque un estate di cambiamenti e la sua permanenza non è affatto sicura. Il difensore è reduce da un lungo stop per infortunio e potrebbe non avere le pretese di titolarità e digerire un esclusione dalle liste Uefa.

Allo stesso tempo bisogna ricordare come l’obiettivo principale resta Alessandro Buongiorno, classe 1999 e capitano del Torino. Il suo prezzo di mercato è però cresciuto ancora durante questa stagione e il Presidente Cairo chiede almeno 35 milioni per potersene privare.

L’alternativa al capitano del toro potrebbe essere sempre un giocatore granata, Perr Schuurs, giovane di ottime prospettive e dal grande rendimento lo scorso anno che però sta ancora recuperando dal brutto e lungo infortunio accusato proprio contro l’Inter a Ottobre 2023.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts