Vai al contenuto

Lukaku, ultima sfida all’Inter? Il suo futuro resta incerto

Ultima sfida all’Inter per Lukaku. La partita all’Olimpico rappresenta, oltre al valore storico della sfida in sé, il secondo atto della storia turbolente tra Romelu Lukaku e l’Inter. Il primo atto, lo ricordiamo bene, è andato in scena il 29 ottobre 2023 con la vittoria nerazzurra siglata dalla rete di Thuram, dopo una partita dominata dal primo all’ultimo minuto.

In quell’occasione, il numero 90 belga venne sommerso da fischi e cori contro e finì con una partita fantasma il suo primo ritorno da avversario nel suo vecchio stadio.

Oggi l’atmosfera sarà sicuramente diversa, con un Olimpico pronto a omaggiare e riempire d’affetto il belga e mettendolo dunque nelle condizioni migliori per poter ferire la sua ex squadra e compagni.

La pericolosità della sfida dell’Olimpico è rappresentata però anche dal rientro in piena forma di Paulo Dybala, vero motore di gioco dei giallorossi. Esiste una Roma con e senza Dybala, e la prima versione è decimante più apprezzabile da guardare.

Quale futuro per Lukaku

Romelu Lukaku Inter-Roma

Nonostante l’impatto di Big Rom nella Roma sia positivo, il suo futuro resta incerto. Nell’estate 2023, quando il Chelsea aprì nuovamente a un suo prestito, impose però una condizione al calciatore: quello alla Roma era l’ultimo trasferimento in prestito. Dalla prossima estate chi vivrà acquistare Lukaku dovrà sborsare una cifra vicina ai 45 milioni di euro per evitare una minusvalenza. Il suo trasferimento dall’Inter al Chelsea n nell’estate del 2021, costato ben 115 milioni di euro, ha fatto si che le prossime squadre interessate a Lukaku non solo debbano sborsare una cifra importante per un 30enne ma devono anche garantire uno stipendio sempre intorno ai 7-8 milioni di euro.

Cifre difficilmente proponibili da squadre italiane, e con le big europee che puntano su profili diversi, l’opzione Arabia Saudita prende sempre più quota.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts