Vai al contenuto

Avv. Grassani: “Potrebbero arrivare sanzioni anche per altri giocatori dell’Inter”. Ecco perché

L’Inter aspetta il verdetto della giustizia sportiva sul caso Acerbi. Il difensore italiano, pupillo di Inzaghi ma accusato di aver rivolto un’espressione razzista a Juan Jesus durante il posticipo di campionato tra Inter e Napoli, qualora venisse confermata la versione del brasiliano, potrebbe venire duramente squalificato, dato che la Figc ha deciso di dichiarare guerra al razzismo in tutte le sue forme.

Intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, l’avvocato Mattia Grassani, esperto di giustizia sportiva, si è espresso sulla vicenda e ha spiegato quali potrebbero essere le conseguenze per lui ma anche per chi era in campo in quel momento.

Grassani non esclude altre sanzioni

L’avvocato Grassani ha confermato che, qualora l’offesa a sfondo razziale venisse confermata, il giocatore rischierebbe 10 giornate di squalifica e un’ammenda intorno ai 10-20 mila euro.

Però oltre ad Acerbi potrebbero ricevere delle pesanti sanzioni anche i suoi compagni di squadra, i quali avrebbero sentito l’insulto senza denunciare e senza prendere le distanze da quanto accaduto.

“Se dovesse emergere un’offesa razziale Acerbi rischia almeno 10 giornate di stop ed un’ammenda intorno ai 10-20 mila euro. E potrebbero arrivare altre sanzioni per i suoi compagni di squadra che hanno visto e non hanno denunciato”, ha detto l’avvocato.

Naturalmente si tratta solamente di ipotesi perché non è stato ancora dimostrato niente. La terna arbitrale non ha sentito alcun insulto e non lo ha segnato sul referto. Toccherà alle autorità competenti fare chiarezza sull’accaduto e alla giustizia, eventualmente, condannare Acerbi per quanto detto a Juan Jesus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso