Branca: “L’Inter è forte e sa di dover migliorare

E’ tornato a parlare ai media dopo anni di silenzio l’ex ds dell’Inter Marco Branca

Branca: “L’Inter è forte e sa di dover migliorare

E’ tornato a parlare ai media dopo anni di silenzio l’ex ds dell’Inter Marco Branca

Raggiunto dai microfoni di VG Radio, ha parlato della sessione estiva di mercato, concentrandosi sulla campagna acquisti della Roma. Secondo lei la Roma ha qualche lacuna in difesa? Cosa ne pensa di Juan Jesus? “Quello del difensore centrale è il problema di molte grandi squadre, non ne vedo tanti in giro. Credo che Jesus abbia possibilità tecniche e fisiche per fare il centrale, nel calcio dipende tutto dall’applicazione giornaliera nel lavoro e dall’ambizione personale”. Quale sarà il ruolo di Schick? “Il tecnico dovrà cercare l’equilibrio della squadra. Se l’impiego di Schick nel 4-3-3 da esterno darà più svantaggi che vantaggi, sono sicuro che un cambiamento lo farà volentieri”. Nel 2016 si è parlato di lei come sostituto di Sabatini… “Nel mondo del calcio ci sono tante voci che si rincorrono, direttamente non mi ha contattato mai nessuno, sapevo che ci fosse questa possibilità. La piazza di Roma sarebbe stata gradita”. Che impressione ha avuto di Roma e Inter? Dove potranno arrivare in campionato? “Sono due squadre che devono essere consapevoli sia di esseri forti, sia di dover migliorare, essendo all’inizio del campionato. Devono sentirsi come due team di Formula 1. Dalla società in giù dovranno fare tutti squadra e trovare gli accorgimenti da fare per migliorare. Più questo avverrà veloce, meno punti si perderanno”. Chi avrebbe comprato in questo mercato? “Non amo fare i giochi. Il mercato dura troppo, dovrebbe finire 30 giorni prima. I tecnici si innervosiscono perchè la sessione dura troppo. Ho apprezzato la mole di mercato fatta dalla Serie A, poi parlerà il campo”.

Print Friendly, PDF & Email