Cassano: “Spalletti preferisce Lautaro a Icardi”

Una risposta a quel genio di Antonio Cassano...

Una risposta a quel “genio” di Antonio Cassano…

Cassano: “Spalletti preferisce Lautaro a Icardi”

Intervenuto quale ospite a Tiki Taka, Antonio Cassano ci illumina con una simpatica “cassanata” sul dualismo tra Icardi e Lautaro. “Non possono giocare insieme perchè Spalletti gioca con il 4-2-3-1 e Preferisce Lautaro perché gioca insieme alla squadra. Icardi se non fa gol non la prende mai. I grandi giocatori sono altri, come Messi. Spalletti vuole giocatori come Dzeko, Lewandowski, che giocano per la squadra. Mauro è come Inzaghi: sa solo segnare”.

 

Caro Antonio, pensa che non avevamo capito che Spalletti gioca il 4-2-3-1, che altro non è che una derivazione del 4-3-3, ma tu sai certamente che nessun modulo è fisso per 90′, si adegua nella sua essenza a come coprono il campo gli avversari, alle situazioni di gioco, ecc. ecc., non stiamo a farla troppo lunga, non frega nulla a nessuno. Andiamo invece sul concreto. Dici una grande verità quando asserisci che nell’Inter col 4-2-3-1 di Spalletti, Icardi se non servito per far gol non la piglia mai… L’interpretazione del 4-2-3-1 di Spalletti ha bisogno che il terminale, 1 sia un uomo che si ferma, prende palla, fa salire e poi la gioca. Spalletti inventò Totti “falso nueve”, Francesco con la sua classe immensa, prendeva palla e ci faceva quello che voleva: la distribuiva e si fermava per andare poi avanti e tirare sia sul palla dentro palla fuori, sia su azione che su seconde palle conquistate e girate a lui, sapeva entrare in area, sapeva svariare… insomma Totti sapeva fare tutto, già con Dzeko il modulo di Spalletti è cambiato nei movimenti offensivi, il motivo mi pare ovvio no? Poi se conti le palle che ha messo dentro la porta Totti e quelle di Dzeko, le palle gol servite da Francesco e quelle costruite da Dzeko, capisci bene che parliamo di una Ferrari e di una 500 nemmeno Abarth… Due modi di giocare e due giocatori diversi… Hai uno che i gol li sa fare, perchè Icardi i gol li sa fare, insegna alla tua squadra come sfruttare la risorsa Icardi. Il problema reale è che negli ultimi due anni l’Inter è stata tra le squadre che più hanno crossato con gli esterni alti o con quelli bassi in sovrapposizione, ma se Icardi è solo in area contro i 2 centrali, uno lo marca ed uno lo copre e lui quando la prende? Poco o niente no Antonio! Considera anche il cross: quando Icardi è sul primo palo e la mettono sul secondo o il contrario quanti gol può fare? Se le palle che mettono in mezzo sono morbide quanti gol fa? Tu che sei un fenomeno del calcio sai che Icardi chiude sul primo palo per andare di testa, con palla a terra devi portargli la palla, poi ha bisogno di uno che gli  faccia il movimento in modo che Mauro possa tagliare e sfruttare le sue qualità migliori. Tra il 1999 ed il 216, in 515 partite disputate in serie A, hai anche fatto i tuoi bei 140 gol… Sai quali sono i vari movimenti da fare in qualsiasi ruolo. Maurito ha iniziato 12 anni dopo di te, ruoli diversi, ma ha già buttato dentro tra Inter e Samp 134 gol, non sono proprio da buttar via no? Tu portagli la palla e rifinisci o gli fai il movimento poi vedi che i gollonzi li sa fare, non è nè Totti e nemmeno Dzeko, che di gol non è che ne faccia a pacchi… Ora mi auguro per lui, che in un modo o nell’altro, la situazione cambi… La squadra in cui giocherà Icardi, se sfrutterà le sue caratteristiche si troverà con una montagna di gol, chi pretenderà che faccia un altro gioco, di gol ne vedrà pochi, anche perchè non arriverà alla conclusione lucido se lo fai correre troppo, vero Antonio? Lautaro in Italia, tra tutto, Serie A, CL, UCL, Coppa Italia ha 30 presenze e 9 gol, a 23 anni deve ancora mangiare tanta merda per segnare quanto Icardi, ma ti dico, ne farà tanti perchè è uno “buono”, ma tu pensa prima di parlare, allarga i tuoi orizzonti prima di parlare. Tutti sappiamo che Messi è un fenomeno e Parigi è una città, Icardi è un ottimo giocatore nel suo ruolo, ma nemmeno tu eri un fenomeno nel tuo, solo un ottimo giocatore, i fenomeni sono altra cosa Antonio, diversi da Icardi, ma anche da Cassano. Per finire Mauro e Lautaro potrebbero giocare anche insieme, basta cambiare modulo…. o no? Magari un 4-4-2 che si move in 4-3-1-2 con le 2 punte, Icardi più in area, Lautaro che va a anche a giocarla… Che ne dici? T.V.B.

Print Friendly, PDF & Email