Coppa Italia TIM Atalanta-Fiorentina 2-1

I gol di Ilicic e Gomez trascinano l'Atalanta in finale di Coppa Italia

Coppa Italia TIM – Atalanta-Fiorentina

I gol di Ilicic e Gomez trascinano l’Atalanta in finale di Coppa Italia

Coppa Italia TIM Atalanta-Fiorentina 2-1

L’Atalanta non smette più di stupire. A Pasquetta la vittoria in rimonta a Napoli e l’aggancio al 4° posto, tre giorni dopo è la Fiorentina ad essere ribaltata per il 2-1 che vale l’accesso alla finale di Coppa Italia (15 maggio all’Olimpico contro la Lazio). E a fare il ruolo di gigante è ancora una volta Josip Ilicic, ex della sfida, che annulla su rigore il momentaneo vantaggio di Muriel – terza rete in tre partite stagionali contro i nerazzurri – e si fa garante per i suoi di un’altra straordinaria prestazione.

Lo sloveno raggiunge la ‘doppia doppia’ (12 gol e 10 assist in tutte le competizioni) ed esce dal campo con una meritata standing ovation del suo pubblico. Nel mezzo è il Papu Gomez, con la complicità di Lafont, a firmare il gol della partita e consegnare una finale che dalle parti di Bergamo non si assaporava dal 1996. Sarà la quarta della loro storia, il giusto premio per un progetto che entusiasma tifosi bergamaschi e non solo da almeno un paio di anni.

Montella, invece, fallisce ancora l’obiettivo vittoria – è il terzo tentativo a vuoto dal suo ritorno in viola – e prolunga la serie negativa della squadra, incapace di battere qualsiasi avversario sia capitato sulla propria strada dopo il poker rifilato alla Spal lo scorso 17 febbraio. Gasperini non rinuncia ai migliori in ottica campionato e lancia il tridente Ilicic-Gomez-Zapata.

Montella, un punto in due partite dal suo ritorno, sceglie il 4-3-3, con Mirallas sul lato sinistro e Muriel punta centrale. Come successo al Franchi, la partita comincia con i giri del motore al massimo ed è proprio il colombiano che sblocca al 3’. Chiesa lo illumina con una splendida verticalizzazione, l’ex Siviglia è freddo e davanti a Gollini non sbaglia.

L’Atalanta è in bambola e rischia di incassare il raddoppio, ma il tiro con la punta di Chiesa è impreciso. La formazione viola continua a insistere e si presenta un’altra volta davanti al portiere atalantino, con lo scatto di Veretout e il destro a incrociare, questa volta respinto dall’estremo difensore nerazzurro. Dal potenziale 0-2 si passa al pareggio: Ceccherini pesta il piede di Gomez in area e dal dischetto Ilicic ristabilisce i conti.

Trovato il gol, la squadra di Gasperini prende in mano il pallino del gioco e cerca a più riprese di ribaltare il punteggio, senza creare però grosse occasioni. Uno dei più attivi è Gosens, ma l’esterno non riesce ad approfittare dei numerosi cross che arrivano dal lato opposto. La Fiorentina si riaffaccia in avanti in avvio di secondo tempo, ma Gollini si supera sul tentativo ravvicinato di Benassi.

L’Atalanta non si fa intimorire e ci riprova con la girata di Zapata in area, fuori di un soffio. La squadra di Montella spreca almeno due ottime ripartenze e, dopo un lungo pressing, subisce la rete del definitivo 2-1: Gomez incrocia col destro dal limite, Lafont si distende ma respinge male e manda la sfera nella propria porta. Il finale non cambia il destino del match e l’Atalanta, tra la gioia dei suoi tifosi, festeggia un’altra grande serata di questa stagione e si gode la meritata qualificazione.

Le note di gara:

Marcatori:

3′ Muriel (F), 14′ rig. Ilicic (A), 69′ Gomez (A)

Le formazioni:

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Palomino, Djimsiti, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler (58′ Pasalic), Gosens (92′ Pessina); Ilicic (85′ Mancini), Gomez; Zapata. Allenatore: Gasperini

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini, Biraghi; Benassi (79′ Simeone), Veretout, Gerson (65′ Dabo); Chiesa, Muriel, Mirallas (89′ Edimilson Fernandes). Allenatore: Montella

Ammoniti: Ceccherini (F), Pezzella (F), Gosens (A), Mirallas (F)

 

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

 

Print Friendly, PDF & Email