Dopo-Firenze, Ausilio ha strigliato il gruppo. Ora maxi-ritiro

Inter: maxi ritiro

Dopo il silenzio che ha fatto seguito alla clamorosa sconfitta di Crotone, sabato notte al Franchi la dirigenza interista si è fatta sentire in maniera decisa. La strigliata – svela la Gazzetta dello Sport – è arrivata da Piero Ausilio, visto che gli altri dirigenti preferiscono non esporsi, che ha utilizzato parole molto dure per mettere in guardia chi pensa di farla franca pensando che tanto alla fine paga l’allenatore. Nessuno, in soldoni, può sentirsi tranquillo, anche se poi non sarà facile vendere a certe cifre determinati giocatori: la certezza – si legge sulla rosea – entro giugno dovranno entrare 30 milioni dalle cessioni, cifra che potrà scendere a 16,5 se il Siviglia riscatterà Jovetic per 13,5, ma saranno comunque diverse le uscite. Il presente però riporta al Franchi, al faccia a faccia durato parecchi minuti, a cui è seguita una riunione improvvisata durata meno di un’ora con il management composta da Steven Zhang, figlio del boss di Suning Jindong, il vicepresidente Javier Zanetti, il corporate director Michael Williamson, il responsabile dell’area tecnica Giovanni Gardini, Stefano Pioli e gli uomini della comunicazione. In tutto questo, dopo i due giorni di riposo concessi al gruppo, ora scatta la misura punitiva di un ritiro molto lungo in vista della sfida di domenica.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email