Finale Primavera 1 TIM Atalanta-Inter 1-0

Decide un gol dell'atalantino Colley a sei minuti dal termine, clamoroso palo di Esposito sullo 0-0

Delusione della Primavera 1 nerazzurra, avrebbe meritato di più!

Decide un gol dell’atalantino Colley a sei minuti dal termine, clamoroso palo di Esposito sullo 0-0

Finale Primavera 1 TIM Atalanta-Inter 1-0

Rassegna – Notizie Flash

 

PARMA – Si spegne a 6 minuti dal novantesimo il sogno dell’Under 19 dell’Inter di conquistare il terzo titolo Primavera consecutivo. E’ Ebrima Colley, gambiano classe 2000, il giustiziere delle speranze della squadra allenata da Armando Madonna. L’Atalanta vince 1-0 e conquista il suo terzo titolo Primavera dopo quelli del 1993 e del 1998. Ai nostri ragazzi dell’U19 è mancato anche un pizzico di fortuna, con il pallone del match, al 75′ sullo 0-0, finito sul palo dopo il destro a botta sicura di Esposito. Una stagione comunque positiva per la nostra Primavera, che evidenzia ancora una volta l’ottimo lavoro del Settore Giovanile nerazzurro.

Tensione e tatticismi, squadre corte e gioco di nervi. Una finale, con tutte le sue caratteristiche tipiche. Un match, quello del Tardini, preso subito in mano dai ragazzi di Madonna. Un avvio per ribadire la volontà di indirizzare da subito la partita, per mettere le cose in chiaro. E la prima occasione, infatti, arriva al 2′: Colidio manca la conclusione, poi Schirò non punge con il destro. E’ il segnale che stappa l’incontro, rendendolo più scorrevole, pur restando incanalato in binari ben fissi: quelli dell’Inter, dipinti da Pompetti e popolati dalle folate sulla sinistra di Corrado. E quelli dell’Atalanta, condotti dalla prova a tuttocampo di Kulusevski, supportato da Ta Bi e da Peli sulle fasce.

Tanta Inter, però, nel conto delle occasioni. Sempre Schirò, stavolta col sinistro, sfiora il palo da fuori all’8′. Poi è Pompetti, con un gran tiro, a scaldare le mani di Ndiaye. Al 20′ il manifesto dei meccanismi rodati nerazzurri: incursione di Corrado sulla sinistra, cross morbido per l’inserimento da centrocampo di Gavioli, che manca, di testa, l’appuntamento col pallone. Il portiere dell’Atalanta è costretto ad un altro intervento non semplice al 38′ con il destro a giro, rasoterra, di Salcedo, respinto. Nella grande mole di gioco nerazzurro, però, l’Atalanta trova l’occasione più grande di tutto il primo tempo: cross dalla sinistra, al 44′, palla spizzata e colpo di testa a botta sicura di Heidenrech. I tifosi bergamaschi gridano al gol senza fare i conti con Dekic, straordinario a deviare in corner con un riflesso incredibile.

Ripresa con lo stesso spartito, con un’Atalanta più pungente in avvio. Partita accesa da fiammate improvvise, alimentate da stanchezza e tensione. Un secondo tempo che ha esaltato le doti di Rizzo, faro in una difesa interista perfetta ed efficace: capace di sfiorare il gol con una spaccata su punizione di Pompetti al 62′ e di evitare con una scivolata disperata il tiro a botta sicura di Piccoli al 70′. L’ingresso di Esposito per Salcedo dà nuova linfa all’attacco dell’Inter e il 2002 nerazzurro subito punge: al 75′ gira in area un pallone che si stampa sul palo. Match aperto, con le squadre che inevitabilmente si allungano. E negli spazi che si aprono è Colley, inserito dal tecnico dell’Atalanta al 20′ del secondo tempo, a giustiziare Nolan e i sogni dell’Inter: break di Kulusevski, palla nello spazio e destro a giro imprendibile sul palo lungo. Un colpo da ko dopo il quale i ragazzi di Madonna provano a reagire. Ma nemmeno il recupero consente ai nerazzurri di trovare il guizzo per il pareggio, l’Atalanta è campione d’Italia U19.

ATALANTA-INTER 1-0
Marcatori
: 39′ st Colley

ATALANTA: 1 Ndiaye, 5 Okoli Memeh, 7 Peli (46′ st Traore 15), 9 Piccoli (46′ st Gyabuaa 21), 10 Kulusevski, 11 Cambiaghi (20′ st Colley 19), 16 Brogni, 18 Heidenreich, 20 Da Riva, 23 Zortea (C), 26 Ta Bi
A disposizione: 1 Nozza Bielli, 2 Bergonzi, 3 Girgi, 6 Guth, 13 Louka, 17 Ghislandi, 24 Cortinovis, 25 Kraja, 27 Pina Gomes
Allenatore: Massimo Brambilla

INTER: 1 Dekic; 22 Zappa, 4 Nolan (C) (40′ st Merola 10), 6 Rizzo; 7 Persyn (14′ st Grassini 2), 8 Gavioli, 5 Pompetti, 14 Schirò, 3 Corrado; 11 Salcedo (26′ st Esposito 20), 18 Colidio
A disposizione: 12 Pozzer, 21 Stankovic, 13 Van Den Eynden, 16 Ntube, 17 Attys, 23 Mulattieri, 24 Roric, 26 Gianelli, 27 Pirola
Allenatore: Armando Madonna

Ammoniti: 15′ pt Piccoli (A), 40′ st Colley (A)

Recupero: 0′, 5′

Arbitro: Matteo Marchetti (sez. Ostia Lido)
Assistenti: Palermo (sez. Bari), Dell’Università (sez. Bari)

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!

Fonte sito ufficiale F.C. Internazionale

Print Friendly, PDF & Email