Icardi parla alla Rai: “Peccato per i tifosi”.

Nel postpartita di Inter-Sampdoria, il capitano dell’Inter Mauro Icardi ha parlato ai microfoni di Rai Sport durante la trasmissione Zona 11 PM.

“La sconfitta pesa perchè ci rallenta nella corsa Champions. Oggi siamo stati imprecisi sotto porta. Io ho avuto una grande chance, avrei dovuto fare gol per il 2-1, ma la partita non è andata male solo per questo. Siamo calati nel secondo tempo e loro ne hanno approfittato. Aver deluso i tifosi ci dispiace, così come siamo felici di avere sempre un grande seguito di pubblico. Aver peso punti davanti a loro fa male. Se ho bisogno di una seconda punta? Beh, oggi c’erano Banega, Eder. Ma la Samp è stata brava a ricacciarci indietro: io ad esempio ero spesso nella nostra metà campo.

Le discussioni sul possibile allenatore dell’Inter del futuro ci sono, ma noi non ci facciamo caso. Nel calcio è così, ci siamo abituati, ma noi abbiamo fiducia in Pioli, ha fatto un grandissimo lavoro e ne siamo consapevoli. Io sono una punta che gioca sulla profondità per dar spazio ai compagni e muovere la difesa avversaria. Se c’è da tener palla e far sponda lo faccio, oggi l’ho fatto 3-4 volte. Io faccio il mio, ciò che mi chiede il mister. Per me l’Inter è la squadra giusta, voglio vincere qualcosa qui.

Ovviamente bisogna lavorare e fare dei sacrifici, e per come stiamo lavorando possiamo fare grandi cose. Perchè non sono in Nazionale? Non lo so, non lo capisco. Quando mi chiameranno sarà un premio del lavoro che faccio per l’Inter. Quando ci sarà un CT che vorrà chiamarmi sarò pronto. Se dipende solo dal CT o da qualcun altro? Non lo so, chiedete a qualcun altro (ride, ndr.). Se mi piace Sampaoli? Non lo conosco personalmente, ma ha fatto bene al Cile e al Siviglia”.

{loadposition EDintorni}

Print Friendly, PDF & Email