Il Napoli resta in vetta

Il Napoli conferma il primato solitario alla classifica, superando per 2-1 il Milan al San Paolo nel secondo anticipo della 13a giornata di Serie A.

Il Napoli resta in vetta

Il Napoli conferma il primato solitario alla classifica, superando per 2-1 il Milan al San Paolo nel secondo anticipo della 13a giornata di Serie A.

LA PARTITA – Sul fronte formazioni, nel Napoli non ci sono sorprese, con Sarri che conferma Mario Rui sull’out mancino della difesa al posto dell’infortunato Ghoulam. In attacco il solito tridentecon Callejon, Mertens e Insigne. Nel Milan confermate le indiscrezioni della vigilia, con Montella che sceglie Musacchio in difesa ed in mediana lancia Locatelli e Montolivo con Kessiè. Torna Bonaventura dal 1′ con Suso alle spalle dell’unica punta Kalinic. Il Milan comincia la partita con buona personalità, facendo girare palla e provando ad “addormentare” la sfida. Il Napoli non si fa prendere dall’ansia e comincia a macinare gioco, seppur in maniera troppo compassata per Sarri. Al 13′ il Napoli si rende pericoloso: palla a sinistra per Insigne, taglio sull’altra fascia per Callejon che prova di testa a beffare Donnarumma che si rifugia in corner. I rossoneri, questa sera in completo bianco, continuano nella loro strategia, tenendo palla anche in fase difensiva, ma disinnescando gli azzurri, per l’occasione in completo nero. Dopo la mezz’ora il Napoli inizia a sfondare con più continuità, prima con Hamsik e poi con Mertens. Poi al 34′ arriva la rete dell’1-0 per il Napoli: perfetto lancio di Jorginho per Insigne che, tutto solo davanti a Donnarumma, non sbaglia mettendo in rete. Tuttavia il guardalinee alza la bandierina, annullando la rete. Ma poi, come ormai ci siamo abituati, l’intervento del Var rende “valida” la rete del numero 24 di casa, tenuto in gioco da Romagnoli. Per il Milan arriva anche l’infortunio di Suso, colpito da una ginocchiata alla schiena. Al suo posto dentro André Silva al 47′, prima che Donnarumma sia ancora chiamato in causa per mettere in corner un tito a giro del sempre e solito indemoniato Insigne. Il secondo tempo si apre con una grandissima occasione per il Napoli: grande palla di Jorginho in verticale, scambio nello stretto tra Insigne e Mertens con il belga che può calciare tutto solo davanti a Donnarumma. Quest’ultimo è bravissimo a restare in piedi e respingere a mano aperta. Il Milan gioca una buona metà parte di secondo tempo, pur non riuscendo mai a concludere con pericolosità dalle parti di Reina. Nel frattempo Sarri inserisce Zielinski per Hamsik al 69′, un cambio azzeccatissimo dato che è proprio il polacco al 73′ a chiudere i conti: Jorginho serve Mertens sulla sinistra con il belga che controlla e senza guardare imbuca per Zielinski che in area batte Donnarumma con il sinistro facendo passare la palla tra le gambe del portiere del Milan. I rossoneri non mollano e al 92′ accorciano le distanze, con Romagnoli che con un gran sinistro al volo beffa Reina dalla distanza. Ma ormai è troppo tardi, il Napoli vince 2-1 per la gioia del San Paolo.

 

Print Friendly, PDF & Email