Inter, nessuno è al riparo. Squadra, Pioli e dirigenza: tutti sotto esame.

Squadra, Pioli e dirigenza: tutti sotto esame.

Tutti sotto esame. Il Corriere della Sera prende spunto dalle parole di ieri di Pioli in conferenza stampa e sottolinea come quest’ultima fetta di campionato servirà alla società anche per decidere chi è da Inter e chi non lo è. A partire dal tecnico emiliano, che si gioca la riconferma nonostante proprio ieri Conte si sia tirato fuori (definitivamente?) da ogni tipo di scenario nerazzurro. “Pioli vuole evitare che un calo metta fine alla sua esperienza – si legge -. Suning è padrone paziente, ma tra tante qualità non ha sviluppato la dote del perdono: chi sbaglia paga e Pioli l’ha capito fin troppo bene. Più delle voci (incontrollabili e naturali) di possibili successori, a stizzire il tecnico è l’idea di non riuscire a fare il massimo per tenersi il posto. Crotone è il passaggio obbligato per una reazione, prima del brutale trittico con Milan, Fiorentina e Napoli”. “Nell’Inter che verrà nessuno è al sicuro: non l’allenatore, né gli altri. Rinnovato D’Ambrosio fino al 2021, il resto rischia. Suning guarda, valuta, poi farà i bilanci. Anche per i cinesi verrà il giorno della chiarezza”, sentenzia il Corsera.

{loadposition EDintorni}