Juventus chi sarà il sostituto di Allegri?

Uno screening sui possibili sostituti di Allegri

Ipotesi sul nuovo tecnico della Juve

Uno screening sui possibili sostituti di Allegri

Juventus chi sarà il sostituto di Allegri?

Chi potrebbe essere il sostituto di Allegri alla Juve? Una domanda alla quale oggi Andrea Agnelli ha sicuramente la risposta, ma fa tremare molti club, Inter compresa… Ma vi assicuraiamo, in quanto notizia di provenienza dalle stanze segrete della squadra torinese, la Juve prima di separarsi da Allegri ha già risolto il problema nuova guida.

 

Tutte le testate giornalistiche espongono le loro sensazioni: si parla molto di Pep Guardiola, ma nella giornata di ieri ha rilasciato una intervista televisiva nella quale ha dichiarato che non ha nessuna intenzione di lasciare il City dove si trova molto bene. Ha chiuso in modo perentorio: non ho nessuna intenzione di muovermi verso l’Italia e nemmeno di assumere la guida della Juventus. Onorerò il mio contratto con il ManCity e se possibile rimarrò un altro anno. Pare una chiusura totale, corroborata dal fatto che Pep ha un ingaggio di 20 milioni di Euro netti anno. C’è ancora qualcuno che spera, non tra i dirigenti Juve.

Altri profili proposti dalla carta stampata: Siniša Mihajlović, Smone Inzaghi, Maurizio Sarri, sono profili che la maggior parte degli addetti ai lavori bocciano, dando loro percentuali molto basse di sedere sulla panchina dello Juventus Stadium. Zidane, era sicuramente profilo ben visto in società, ma ormai è perso: è accasato al Real Madrid. Rimangono Didier Deschamps, Mauricio Pochettino, Josè Mourinho ed Antonio Conte.

Secondo la nostra opinione e le informazioni che siamo riusciti ad intercettare Deschamps molto difficilmente si potrà liberare dalla conduzione della nazionale francese, però si tratta di un profilo molto gradito: buon tecnico, juventino vero, ingaggio abbordabile.

Difficile sposare la tesi di Josè Mourinho sulla panchina bianconera, anche se alcune voci raccolte lo danno tra i favoriti, l’ingaggio è altissimo: 20 milioni netti anno. Mauricio Pochettino difficilmente lascerà il Tottenham, la dirigenza tecnica della Juventus ritiene il tecnico lontano dalle filosofie della società, poi ha una clausola di 40 milioni da pagare per liberarsi dal club londinese.

Rimane in ultimo Antonio Conte, che fin dal primo momento in cui ha deciso di tornare ad allenare in Italia è stato agganciato dall’Inter e, pur senza aver firmato nulla si è promesso all’Inter, con un “però”, nel caso di chiamata dalla Juve, ove esistano le premesse di un accordo sul progetto non esiterebbe ad occupare la panchina lasciata libera da Allegri.

Sarà necessario attendere un paio di settimane per sciogliere il nodo del nuovo allenatore Juve, tuttavia esiste il serio rischio che l’Inter perda Conte.

Certo potrebbe arrivare Allegri…. Vedremo!

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!