Juventus – Fiorentina 2 – 1

Juve, buona la prima.

 

La Juve non sbaglia partenza. Khedira sblocca nella fase finale del primo tempo, la Fiorentina se ne sta rintanata nella propria metà campo, cercando di allentare il forcing bianconero con uno sterile possesso palla. Il risultato è quasi inevitabile. La Juve è padrona del campo, pur senza strafare controlla la partita e al momento giusto colpisce: l’inserimento di Khedira a centroarea, sul cross corto di Chiellini, è perfetto, 1 – 0. Il vantaggio con cui i bianconeri chiudono il primo tempo è più che meritato. La Fiorentina è troppo bassa, ripiegata su se stessa, preoccupata soltanto di non prenderle.

Nella ripresa Sousa inserisce Tello per Chiesa e la squadra prova ad alzare il baricentro. Lo spagnolo porta maggiore imprevedibilità e grazie ad un intervento fuori tempo di Alex Sandro conquista l’angolo del provvisorio pareggio viola, un colpo di testa di Kalinic che si infla nela porta di Buffon. A Paulo Sousa, che esulta sullo stile di Conte, non par vero aver raddrizzato il risulato alla prima occasione. Ma non ha fatto i conti con Higuain. Il Pipita sarà pure sovrappeso, però alla prima palla buona e all’ennesima leggerezza difensiva viola mette in rete la palla della vitoria.

Ottima la squadra di Allegri nel primo tempo, da rivedere nel secondo. La Fiorentina? Era in campo?

 

 

Print Friendly, PDF & Email