La Spagna passeggia al Bernabeu: 3-0

Senza storia la partita di Madrid: l’Italia crolla sotto i colpi della Roja, trascinata da un Isco meraviglioso, e matata dal colpo di Morata nel finale.

La Spagna passeggia al Bernabeu: 3-0

Senza storia la partita di Madrid: l’Italia crolla sotto i colpi della Roja, trascinata da un Isco meraviglioso, e matata dal colpo di Morata nel finale.

{loadposition adorizzontale}

Ventura torna al 4-2-4, scegliendo di affrontare la Spagna con due esterni alti, due punte di ruolo, e in mediana un interditore e un playmaker: De Rossi e Verratti. Non si rivela una scelta azzeccata, perché i padroni di casa dominano dal primo all’ultimo minuto. A sbloccarla è Isco, con una pennellata su calcio di punizione al 14′ minuto; l’Italia tenta una reazione timida, puntando a innescare Belotti e Immobile, ma è come sperare di abbattere un drago con dei sassi da spiaggia: il risultato è un gioco talmente confuso che esalta le doti di una Spagna trascinata da un Isco poetico. Proprio il talento del Real, al 40′, infila il 2-0 con una conclusione dalla distanza, dopo aver saltato secco un Verratti di tanto al di sotto della sufficienza. Il 3-0, di Morata, appena entrato, al 77′. L’Italia? Possesso sterile e lanci lunghi, con i cambi di Ventura del tutto inutili. Era la partita che valeva la qualificazione a Russia 2018, si è rivelata la prova inconfutabile che per esser grande, l’Italia di Ventura, deve macinare ancora parecchi chilometri. A meno di harakiri spagnolo nelle ultime partite, per staccare un biglietto per la Russia l’Italia dovrà passare per gli spareggi.

SPAGNA-ITALIA 3-0 Marcatori: 14′ Isco, 40′ Isco, 77′ Morata

Spagna (4-3-3): de Gea; Carvaja, Piqué, Ramos, Alba; Iniesta (72′ Morata), Busquets, Koke; Isco (89′ Villa), Asensio (80′ Saúl Ñíguez), David Silva. A disp.: Arrizabalaga, Reina, Nacho, Monreal, Azipilicueta, Thiago, Iago Aspas, Pedro, Deulofeu. All.: Lopetegui.

Italia (4-2-4): Buffon; Darmian, Bonucci, Barzagli, Spinazzola; De Rossi, Verratti; Candreva (70′ Bernardeschi), Belotti (69′ Éder), Immobile (79′ Gabbiadini), Insigne. A disp.: Donnarumma, Perin, Conti, D’Ambrosio, Rugani, Astori, Pellegrini, Parolo, El Shaarawy. All.: Ventura.

Arbitro: sig. Kuipers (Olanda)

NOTE – Ammoniti: Verratti e Bonucci. Recuperi: 0 pt, 2 st.

{loadposition EDintorni}