L’Inter vuole decidere il prossimo allenatore, oggi non è cosa facile

E' cosa certa che Marotta arrivò all'Inter con l'idea fissa di ingaggiare Antonio Conte, ma...

Getty Images

E’ cosa certa che Marotta arrivò all’Inter con l’idea fissa di ingaggiare Antonio Conte, ma…

Ma oggi il deal che legherebbe l’ex allenatore Juventus e CT della Nazionale azzurra, è bloccato. E’ la Juventus a fissare il primo blocco: ufficialmente Andrea Agnelli e Massimo Allegri hanno confermato in tutte le dichiarazioni che il tecnico livornese siederà anche nella prossima stagione sulla panchina della Juve, per ripetere l’assalto alla Champions.

Da ambienti vicini alla società ed al tecnico giungono segnali positivi, tuttavia non ancora consolidati. Tutto dipenderà dall’incontro che avverrà nelle prossime settimane tra la proprietà bianconera ed il tecnico. Al momento sono realistiche entrambe le ipotesi: la prima Allegri continua, la seconda, il divorzio tra Juve ed Allegri è altrettanto credibile.

Conte è corteggiato anche da Inter e Roma, ma le voci che circolano con maggior insistenza lasciano intendere che Conte, dinnanzi ad una chiamata bianconera non esiterebbe ad accettare ed Allegri sarebbe libero. La Roma non sarebbe convinta di optare per Allegri, mentre l’Inter non disdegnerebbe di affidargli la panchina.

Nel caso in cui Allegri prosegua la sua avventura in bianconero, Conte sarebbe conteso da Roma ed Inter, con i club nerazzurro probailmente favorito, se il club nerazzurro accetterà le sue richieste e, a tal proposito, pare che da tempo esista un gentleman agreement tra Beppe Marotta ed Antonio Conte. La Roma parrebbe più lontana dai desideri di Conte, anche perchè il progetto Roma ed il budget di rafforzamento della squadra in pratica non esiste… o meglio esisterebbe in caso di cessione di alcuni big e l’immediato ripiazzo con profili perlomeno uguali, se non migliori dei giocatori ceduti… Cosa mollto difficile.

L’Inter sarebbe squadra più attraente, tuttavia il progetto paventato a Conte sarebbe ancora nebuloso: l’Inter deve uscire dal Settlement agreement, deve conduistare la qualificazione alla champions e deve inserire nello scacchiere alcuni pezzi pregiati in tutti i reparti. Il plus offerto dal club nerazzurro è la possibilità di fare mercato più facilmente della club giallorosso, sempre che la proprietà cinese decida di investire e le possibilità economiche sono assai più concrete.

Non deve essere dimenticato Spalletti, da “radio mercato panchine” trapela la voce che Zhang avrebbe deciso di liberarsi di Spalletti e che Spalletti, allenatore mai fermo da 25 anni, avrebbe offerte sia di club italiani che esteri. Il cambio allenatore all’Inter arriverebbe con una risoluzione consensuale del contratto con un accordo transattivo economico ben inferiore se Spalletti accetterà una delle offerte ricevute, infatti per allenare dovrebbe accordarsi con l’Inter per una cifra assai inferiore ai 25-27 milioni che incasserebbe rimanendo fermo 2 anni.

Il momento è magmatico, nella mano di poker la Juve ha già scoperto 3 assi, come a dire, “TUTTO DIPENDE DALLE NOSTRE DECISIONI”…

Staremo a vedere come finirà la querelle, l’Inter è sicuramente messa in miglior posizione rispetto alla Roma, avendo Allegri come seconda scelta, gobbo si, ma con più chances di accasarsi in nerazzurro.

Il Nerazzurro, l’unico vero quotidiano dei tifosi interisti!