Nuova Champions, nuovi premi: in arrivo una valanga di denaro

Introdotto il “Ranking storico”

Introdotto il “Ranking storico” 

Introdotto il “Ranking storico”

Una Champions League mai così ricca. La Gazzetta dello Sportspiega la crescita della massima competizione continentale sotto ogni punto di vista, soprattutto economico: basti pensare che già l’accesso ai gironi garantirà ai club ben 15 milioni di euro. Tutto possibile grazie a novità decisive, come la riforma del ‘4×4’, ossia l’ingresso garantito – senza passare dai playoff – alle 16 squadre dei 4 tornei maggiori per ranking Uefa. “Tv e sponsor hanno scommesso sulla nuova formula e i contratti del triennio 2018-21 sono schizzati su cifre notevolissime: la nuova edizione di Champions League ed Euroleague vale quasi 3,5 miliardi di euro (erano 2,3 fino a quest’anno)”, riferisce la rosea.

La conseguenza naturale è l’aumento dei premi per i club. “Quelli di Champions si distribuiranno per 1,9 miliardi di euro. All’Europa League, con un comprensibile meccanismo di solidarietà, va circa mezzo miliardo. Cifra totale più alta, ma per esempio non è detto che la Juve – per fare il nome della più «vincente» degli ultimi anni, grazie al ricchissimo market pool – aumenti della stessa percentuale, pur se ripeterà gli stessi risultati – spiega la Gazzetta -. L’incasso infatti deriverà da più variabili. I nuovi premi sono classificati in 4 categorie. 1) market pool (15%); 2) premi di partecipazione (25%); 3) premi da risultati stagionali (30%); 4) premi da risultati storici (30%). La vera novità è quest’ultima voce che sottrae qualcosa al market pool (nelle ultime stagioni i club italiani si dividevano circa 100 milioni all’anno)”.

E attenzione al cosiddetto ‘Ranking storico’. “In pratica, i risultati di tutte le coppe, fin dalla prima edizione, sono calcolati e ‘pesati’ in base all’epoca – sottolinea la rosea -. Quelli più recenti, com’è logico, valgono di più. È stata così stilata una classifica di tutti i tempi nella quale, crediamo, Real Madrid, Milan, Bayern, Liverpool, Barcellona dovrebbero essere ai primi posti, ma anche la Juve e l’Inter non dovrebbero essere messe male. Questa voce vale 528 milioni, la squadra al primo posto ne prenderà 32, quindi a scalare fino all’ultima. Si tratta di una concessione ai grandi club che hanno fatto la storia di questo torneo”.

Per i premi, poi, la distribuzione è chiara: vincere nei gruppi vale 2,7 milioni; arrivare agli ottavi 9,5; ai quarti 10,5; alle semifinali 12; alla finale 15. Sollevare la coppa, appunto, 19. Vincendo tutte le partite, sarebbero 82 milioni e passa soltanto di risultati e quota partecipazione. Se questa squadra fosse il Real Madrid, quella con i migliori risultati storici, si arriverebbe a 114 milioni. Ai quali aggiungere il market pool. Insomma, una valanga di denaro.

Fonte Gazzetta dello Sport

 

Print Friendly, PDF & Email