Vai al contenuto

Ora godiamoci la festa tutti insieme

Inter-Torino per continuare a festeggiare i nerazzurri che con cinque giornate di anticipo hanno chiuso il campionato laureandosi campioni d’Italia. 

Mancano cinque giornate alla fine del campionato, l’Inter è campione d’Italia e ora può godersi il successo meritato. Simone Inzaghi, che adesso siede nell’olimpo degli allenatori che fanno la storia di un club, può ritenersi entusiasta del lavoro che ogni giorno ad Appiano Gentile ha svolto con il suo gruppo e di aver fatto sognare il popolo nerazzurro.

Questa è stata una stagione storica, una cavalcata che da febbraio in poi non ha avuto rivali. Con un vantaggio sempre più netto sulla seconda in classifica, l’Inter non ha mai mollato neanche dopo l’uscita dalla Champions che inevitabilmente aveva lasciato un po’ di amarezza. L’obiettivo primario della stagione era già chiaro: vincere la seconda stella, e nessuno si è mai tirato indietro nelle dichiarazioni dal mese di agosto. Aver centrato il proposito realmente è semplicemente pazzesco. Surreale perché si è avverato nel derby, il sogno di tutti i tifosi interisti.

“Fare l’impossibile è una specie di divertimento”

inter milan derby scudetto

Inzaghi, la dirigenza e la squadra hanno fatto la storia dell’Inter perché hanno chiuso il campionato da vincitori in una notte in cui nessuno prima d’ora l’aveva mai fatto: nel derby. Certo, per una strana combinazione è accaduto proprio in quella serata ma l’entusiasmo che trapela da ogni parte è data dal fatto che si parlava della possibilità di vincere lo scudetto contro il Milan già da più di un mese, e il fatto che sia realmente accaduto è un’emozione non descrivibile a parole.

In una stagione strabiliante come questa anche l’impossibile è diventato possibile e una nuova pagina nerazzurra è stata scritta. Chi lo sta vivendo potrà raccontarlo alle generazioni future perché sarà il ricordo della seconda stella che è giunta sul petto in una fredda notte di aprile in casa del rivale storico, il quale ha provato ad evitare che tutto ciò potesse succedere.

Domenica a pranzo arriva il Torino a San Siro, sicuramente i ragazzi vorranno dare tutto per chiudere la stagione con tanti punti e altrettante vittorie, ma noi tifosi dobbiamo goderci insieme a loro il momento perché è magico e prodigioso, senza pensare al mercato e a tutto ciò che verrà domani. Il presente è qui e ora, lo scudetto lo abbiamo sognato e ora che possiamo cucirlo sul nostro petto non dobbiamo fare altro che festeggiare fino a quando avremo la possibilità, perché come ha detto Walt Disney: “Fare l’impossibile è una specie di divertimento“.

Grazie ragazzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio