Vai al contenuto

Pjanic: “L’Inter è proprio una bella squadra. Calhanoglu con Rodri il migliore al mondo”

L’ex bianconero Miralem Pjanic, ospite di DAZN, ha detto la sua sulla strepitosa cavalcata dei nerazzurri.

Miralem Pjanic, ospite a DAZN, è tornato a parlare di calcio italiano e della stagione che sta per concludersi.

L’ex centrocampista di Roma e Juventus ha anche giudicato l’operato dell’Inter di Simone Inzaghi, elogiando composizione della rosa, secondo lui molto ben strutturata e un giusto mix tra giocatori esperti e profili più giovani da far crescere.

Pjanic: “Inter squadra ben strutturata. Calhanoglu uno dei migliori al mondo”

Pjanic intervista

Soffermandosi su un analisi e un paragone con la Juventus attuale, Pjanic riconosce come l’Inter sia più avanti nel progetto per inseguire subito la vittoria mentre la Juventus pur partendo da una buona base debba ancora lavorare.

“L’Inter ha una continuità di giocatori nella costruzione della rosa, mischiando giocatori che hanno grande esperienza e qualità. È proprio una bella squadra. D’altro canto la Juventus non è troppo indietro, è la comunque”

Il centrocampista bosniaco passa poi a un giudizio tecnico din propria competenza, ovvero il centrocampo.

“A mio avviso Rodri e Calhanoglu sono i migliori centrocampisti in questo momento, perché sono capaci di fare molto bene e stanno dimostrando grande continuità nel loro rendimento. Il centrocampo resta il cuore del gioco, per questo ogni grande club ha un centrocampista importante che fa girare tutta la squadra. È un ruolo delicato, che richiede grande responsabilità”.

Infine al centrocampista è chiesto un giudizio sulla Juventus di Allegri in questa stagione.

“Allegri è un grande allenatore, quando ero alla Juventus abbiamo avuto grande feeling con lui. Penso che abbia fatto il massimo a livello di punti mentre sul piano del gioco si poteva fare qualcosa in più. 

Allo stesso tempo però non penso che avesse la rosa attrezzata per competere con l’Inter. È risuscito a tirare fuori il massimo a livello di risultati della Juve, ma non so se rimarrà o meno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts