Vai al contenuto

Ranocchia: “Che impresa la seconda stella. Occhio agli equilibri della squadra”

Andrea Ranocchia, intervistato da Sportitalia, ha elogiato l’Inter del presente e ha parlato di quella che prenderà forma dopo il calciomercato.

Andrea Ranocchia è stato intervistato ai microfoni di Sportitalia in occasione della Charity Dinner, una cena di beneficenza organizzata dalla Lega di Serie A in vista della finale di Coppa Italia tra Juventus ed Atalanta. L’ex giocatore dell’Inter ha analizzato il percorso compiuto dalla squdra nel corso dell’ultima stagione, tessendone le lodi. Ecco le sue parole.

Nessun dubbio sull’ultima stagione disputata dai nerazzurri per Andrea Ranocchia: “È stata un’annata semplicemente sensazionale. I miei ex compagni si sono resi protagonisti di una cavalcata storica ed incredibile per certi versi. Durante tutto l’anno sono riusciti ad assicurare semppre una grande qualità nel gioco di squadra e nelle prestazioni dei singoli. Non era facile vincere la seconda stella, ma ce l’hanno fatta e se la sono meritata alla grande. I festeggiamenti sono stati giusti rispetto all’impresa compiuta. E non sono terminati qua: il 20 maggio presso il castello sforzesco ce ne sarà una nuova”.

Ha anche aggiunto una propria riflessione in vista dell’anno prossimo e del calciomercato che ci accompagnerà durante tutto l’arco dell’estate: “Andare a toccare un organico del genere è rischioso. Si sono creati degli equilibri nel corso dell’ultima stagione, sia in campo che in spogliatoio. Sconvolgerli potrebbe risultare fatale. Nessuno ha fatto male nel 2023/24, motivo per cui potrebbe essere complicato mettere alla porta qualcuno. So che due acquisti sono già stati messi a segno. Arriveranno due ottimi giocatori, che andranno a completare la rosa. Le rotazioni saranno facilitate con l’inserimento di Taremi e di Zielinski. Allungare la rosa sarà fondamentale, anche in vista delle numerose competizioni che l’Inter dovrà affrontare il prossimo anno. Non è mai semplice inserire all’interno del gruppo nuovi innesti, ma il club così potrà cercare di andare più avanti nelle coppe rispetto a quanto fatto quest’anno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli