Vai al contenuto

Saranno cinque le punte nel 2024/25? Il possibile nuovo attacco dell’Inter

Inter cinque attaccanti. Quella dell’Inter è fino a questo momento una stagione trionfale. I nerazzurri hanno dominato in lungo ed in largo, dimostrando di avere una rosa nettamente migliore delle altre in Serie A. La squadra è difficilmente migliorabile, eccezion fatta per un reparto. Stiamo parlando dell’attacco, che più volte nell’arco della stagione si è dimostrato l’unico punto interrogativo di una squadra costruita alla perfezione. Ciò che non convince sono le seconde linee, vale a dire Marko Arnautovic ed Alexis Sanchez.

Entrambi sono stati costretti a rimanere ai box per via di continui acciacchi fisici. Thuram e Lautaro hanno avuto per gran parte della stagione l’intero peso dell’attacco sulle proprie spalle. Gli uomini di mercato dell’Inter hanno già preso una decisione in vista della prossima stagione: una situazione del genere non dovrà più verificarsi. Il prossimo anno il club sarà impegnato anche nel nuovo Mondiale per Club, ragione per cui sarà fondamentale avere una rosa estremamente lunga. Per ovviare al problema la soluzione più ovvia pare mantenere all’interno dell’organico una quinta punta.

Inter cinque attaccanti: chi saranno

Lautaro e Thuram insieme

Gli attaccanti titolari del prossimo anno saranno (salvo offerte clamorose e/o manifesta volontà del giocatore di lasciare la squadra) Lautaro Martinez e Marcus Thuram. Come terza punta è già stato bloccato l’acquisto di Mehdi Taremi. L’iraniano si unirà ai nerazzurri a partire dal prossimo 30 giugno e lo farà a parametro zero. Rappresenterà un colpo importantissimo, in termini di goal ed esperienza. Per caratteristiche inoltre si sposa perfettamente con il gioco di Simone Inzaghi. È infatti un attaccante abituato a giocare a “testa alta“, bravo quando gli è richiesto di giocare e scaricare il pallone ed eccellente quando si tratta di finalizzare. È un giocatore di “dzekiana” memoria, che si rivelerà un valore aggiunto per la squadra.

Come quarta punta è presumibile che possa rimanere Marko Arnautovic. L’austriaco è legato all’Inter da un contratto in scadenza il 30 giugno 2025. È assai improbabile pensare che possa decidere di andarsene ed è ancora più difficile che qualche squadra bussi alla porta dei nerazzurri per acquistarlo. Il numero 8 è costato ai nerazzurri ben 10 milioni di euro complessivi e cederlo genererebbe senza alcun dubbio una minusvalenze. Lo scenario cambierebbe nel caso in cui Arnautovic partisse. In quel caso l’Inter interverrebbe sul mercato e cercherebbe un attaccante fisico, un numero 9 alla vecchia maniera su cui poter giocare di sponda e che possa dare una mano nel gioco aereo.

Per il ruolo di quinta punta nulla è ancora definito. In questo momento c’è un testa a testa tra Alexis Sanchez e Valentin Carboni per occupare il ruolo. Il cileno ha già manifestato in società il proprio desiderio di continuare l’avventura in nerazzurro per poter continuare a giocare nel calcio che conta. Per farlo sarebbe disposto ad allungare il proprio contratto (in scadenza il prossimo 30 giugno) ad una cifra al ribasso. Valentin Carboni invece rientrerebbe dal prestito al Monza e potrebbe restare per giocarsi le sue carte in un grande club. Per ora nessuna delle due ipotesi scalda il cuore della dirigenza. Sanchez non convince per età, condizioni fisiche ed ingaggio. Per quanto riguarda Carboni si pensa che la cosa migliore per il giocatore sia quella di continuare il proprio percorso di crescita altrove, dove possa giocare con continuità e in un ruolo a lui più congeniale, quello di trequartista libero di svariare su tutto il fronte dell’attacco. È dunque possibile immaginare che la quinta punta possa arrivare dal mercato, magari in un’operazione non onerosa, alla Klaassen per intendersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli