Vai al contenuto

Sei italiane in Champions il prossimo anno? Non impossibile: ecco perché

Sei italiane in Champions League? Dalla prossima stagione la Champions League come la conosciamo ora sarà solamente un ricordo. Con il nuovo format previsto per la competizione europea più prestigiosa e grazie anche all’incremento delle squadre partecipanti, la UEFA ha deciso che i primi due campionati europei che termineranno la stagione in cima alla classifica avranno la possibilità di avere una squadra in più nella prossima edizione della Champions: la quinta in classifica. Ma c’è una possibilità di avere anche una sesta squadra nella competizione ed è tutta nelle mani di Milan, Roma e Atalanta.

Sei italiane in Champions? Non è impossibile

Champions league
Champions league

Innanzitutto riflettiamo sull’ipotesi più vicina, ossia quella di portare nella prossima edizione della Champions League una quinta squadra. Per farlo l’Italia deve posizionarsi nelle prime due posizioni del ranking UEFA ed è sempre più vicina a poterlo fare: succede infatti che l’Italia ha fatto pieno di vittorie dopo il giovedì di Europa League e Conference League e l’uscita di scena di squadra spagnole, tedesche e francesi ha avvicinato ulteriormente il bel Paese ha ottenere 5 club nella prossima edizione, consolidando il primato nel ranking e aumentando il vantaggio soprattutto su Germania ed Inghilterra, rispettivamente al secondo e terzo posto. Ma vediamo nel dettaglio.

Martedì sera l’Inter ha vinto 1-0 contro l’Atletico Madrid, conquistandosi così un piccolo vantaggio per la trasferta spagnola.

In Europa League, Rennes e Tolosa,francesi, sono state eliminate e Milan Roma hanno passato il turno permettendo così alla serie A di essere l’unico campionato a chiudere febbraio con tutte le squadre ancora in corsa nelle competizioni europee. Bisogna aspettare ora il risultato dei prossimi turni, ma per ora la posizione in classifica dell’Italia fa ben sperare che il prossimo anno si possano portare sul palcoscenico europeo più importante ben 5 squadre. Ma c’è la possibilità di portarne pure una sesta.

Per farlo, bisognerebbe che una delle italiane impiegate in Europa League vinca il torneo, purché non si posizioni nella classifica di serie A tra le prime 5. Ciò sarebbe possibile se, ad esempio, una tra Atalanta, Roma e Milan vincesse l’Europa League concludendo la propria stagione nel campionato italiano dal sesto posto in poi. Se ciò accadesse, ci sarebbe la remota possibilità di portare un settimo club in Champions League , qualora Napoli Lazio vincessero la coppa dalle grandi orecchie con una posizione di classifica in serie A dal quinto posto in poi.

 

Il ranking UEFA aggiornato dopo l’ultimo turno

  1. Italia, 15.571 (sette su sette)
  2. Germania, 14.500 (cinque club su sette)
  3. Inghilterra, 13.875 (sei club su otto)
  4. Francia, 13.250 (tre su sei)
  5. Spagna, 13.871 (cinque su otto)
  6. Repubblica Ceca, 12.750 (tre su quattro)
  7. Belgio, 12.400 (due su cinque)
  8. Turchia, 11.000 (una su quattro)
  9. Portogallo, 9.833 (tre su sei)
  10. Olanda, 9.800 (due su cinque)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni