Vai al contenuto

Supercoppa, le pagelle di Napoli-Inter 0-1

Pagelle Napoli-Inter. L’Inter trionfa a Riad al termine di una partita tirata fino alla fine. A decidere un gol di Lautaro Martinez al 91°. Terza Supercoppa consecutiva vinta dai nerazzurri. Ecco le pagelle.

Sommer 6: la sua serata si limita ad un solo intervento ma decisivo su Kvara dove si allunga in modo incredibile per deviare il destro al giro del georgiano in angolo. Per il resto ordinaria amministrazione.

Pavard 6,5: parte palla al piede, si propone senza mai lasciare la squadra in difficoltà. Dal suo lato aveva un brutto cliente come Kvara ma se la cava alla grande.

De Vrij 6,5: protegge con sicurezza la difesa nerazzurra senza sbavature se non quella di farsi ammonire.

Acerbi 6,5: dalle sue parti il Napoli spinge poco e gli facilita la vita. Nella ripresa in mezzo si trova più a suo agio e si vede.

Darmian 6,5: oggi il compito era più di attenzione visto che dalle sua parti agiva Kvara e infatti è stato meno offensivo del solito ma quando si è proposto in avanti se l’è cavata bene.

Calhanoglu 6: Mazzarri gli mette Politano addosso e il turco riesce a muoversi poco. Eccede spesso di agonismo e finisce per essere ammonito.

Barella 5,5: giocare in Arabia sembra gli abbia trasmesso la sindrome di Brozovic: sempre nervoso, serata passata a sbracciare. Ammonito e diffidato, salta Firenze.

Mkhitaryan 6: bene in palleggio tra le linee e a centrocampo è uno dei pochi a giocare in verticale con qualità.

Dimarco 6,5: il sinistro al volo esce di un soffio con Gollini costretto alla parata laser. Intraprendente, meglio nel secondo tempo quando mette dentro diversi palloni interessanti.

Thuram 6: più impreciso del solito, un paio di errori pesanti da distanza ravvicinata. Ma di certo non è mancato l’impegno.

Lautaro 7,5: Inzaghi lo tiene in campo fino alla fine anche in ottica rigori e fa bene. La decide con un gol da rapace d’aria.

Frattesi 6: riesce ad alzare i ritmi e partecipa al forcing finale.

Carlos Augusto 6: messo come terzo in difesa, se la cava molto bene.

Arnautovic 6: si mette in area e crea scompiglio tra la difesa azzurra.

Sanchez 6,5: pimpante dietro i due attaccanti, da lui parte l’azione che porta al gol

Bisseck sv

Inzaghi 7: il campo gli dà ancora ragione portando all’Inter l’ennesimo trofeo e diventando l’allenatore più vincente della competizione.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessandro Nuzzo

Alessandro Nuzzo

Giornalista, mancino, interista. Direttore de Il Nerazzurro.View Author posts