Vai al contenuto

Thuram a caccia del record, può eguagliare 4 bomber del passato

Marcus Thuram a caccia di record. La nuova, ormai si fa per dire, punta nerazzurra di cui non può fare a meno Simone Inzaghi è sicuramente tra gli acquisti più notevoli fatti dalla società dell’Inter la scorsa estate. Arrivato a Milano sull’onda dello scetticismo, Marcus Thuram si sta prendendo sempre di più l’amore della squadra nerazzurra e dei suoi tifosi. La prima rete nel campionato di Serie A lo ha realizzato contro la Fiorentina, spalancando le porte a quello che da lì a breve sarebbe diventato un punto fermo per il mondo Inter. Sempre più leader interista insieme ai suoi compagni, la punta numero 9 si trova momentaneamente a quota 10 gol: 8 in campionato, 1 in Champions League e 1 nella recente semifinale di Supercoppa italiana, più 7 assist.

L’impatto che Thuram ha avuto sull’Inter è davvero brillante. Nonostante, come in finale di Supercoppa italiana, a volte non riesca a concretizzare le palle gol è un giocatore che si potrebbe definire “devastante”: assist, partecipazione costante al gioco, strappi in velocità e gol sono tutto ciò che lo rendono spettacolare. Fiancheggiato dal capitano Lautaro Martinez cresce a vista d’occhio, e con l’argentino ha trovato un’intesa vincente.

Inseguendo il record

Dopo il primo trofeo vinto lunedì scorso, e dunque dopo aver superato a pieni voti il primo obiettivo stagionale, domani l’Inter di Simone Inzaghi sarà ospite a Firenze. Uno scontro difficile che i nerazzurri dovranno superare portando a casa i 3 punti per mantenersi in vetta, soprattutto in vista dello scontro diretto del prossimo 4 febbraio a San Siro con la Juventus. Per la sfida contro la Fiorentina Thuram partirà titolare insieme al capitano, alla ricerca del gol sia per mettere in custodia la partita, sia per un record personale che il giovane francese vuole superare.

Al momento il suo record stagionale è di 16 gol realizzati la scorsa stagione con la maglia del Borussia Mönchengladbach e ora si trova esattamente sulla scia di grandi giocatori: riuscire ad andare in doppia cifra vorrebbe dire posizionarsi sulla stessa linea di giocatori che hanno segnato almeno 10 gol durante il loro primo anno con la maglia nerazzurra: Ronaldo (25 reti), Lukaku (23 reti), Djorkaeff (14 reti) ed Eto’o (12 reti).

In attesa di vedere se l’attaccante nerazzurro riuscirà a superare il suo personale record, è certo che darà sempre il proprio contributo alla squadra di Simone Inzaghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio