Vai al contenuto

Turchia, il Fenerbahce pianifica la sconfitta a tavolino e il ritiro dalla coppa di Turchia

La supercoppa di Turchia sarà caratterizzata da una protesta del Fenerbahce: la squadra turca manderà in campo solo nove giocatori, tutti primavera.

La tanto attesa finale di Supercoppa turca, rinviata quattro mesi fa per motivi politici, non sarà una normale partita di calcio in quanto la squadra di Dzeko e Bonucci non è partita per la trasferta ma è restata a casa in segno di protesta. Protesta che riguarda tutto il club turco, che minaccia di auto escludersi dalla coppa di Turchia nelle prossime stagioni.

Una situazione surreale quella che i tifosi di Galatasaray e Fenerbahce si apprestano a vivere: la partita di stasera valida per la Supercoppa di Turchia, match attesissimo tra le due grandi rivali, potrebbe finire dopo pochi minuti.

Il Fenerbahce ha infatti informato il pubblico che manderà in campo soltanto nove giocatori, tutti primavera, e che in panchina non siederà il tecnico della prima squadra Ismail Kartal, bensì il suo vice Murat Gole.

Il piano del Fenerbahce: perdere a tavolino ed autoescludersi dalla coppa per due stagioni

Il piano del club turco non si ferma però allo schieramento della Primavera: è in programma dopo pochi minuti l’uscita dal campo di tre giocatori che si fingeranno infortunati e che, per mancanza di alternative, costringeranno l’arbitro a concludere la partita, non potendosi disputare una partita 11 contro 6. 

Nei giorni successivi la vittoria dovrà essere assegnata al Galatasaray a tavolino. 

Una decisione molto forte, presa in concerto con tutto l’ambiente: Presidente, tifosi e squadra.

Il Vice- Presidente del club,Erol Bilecik, ha poi sottolineato come la volontà del club sia quella di continuare nella protesta verso la federazione turca e ha ufficializzato la decisione di non partecipare alla Coppa di Turchia per le prossime due stagioni.

Alla base di queste forti proteste vi è una situazione pregressa molto pesante: il club turco aveva anche pensato di lasciare il campionato in corsa dopo la brutta invasione di campo da parte degli ultras del Trabzonspor, goccia che ha definitivamente fatto traboccare il vaso.

Il Fenerbache ritiene di aver subito gravi torti e disparita di trattamento negli anni passati, tanto da chiedere che la finale si Supercoppa venisse arbitrata da un’arbitro internazionale, per garantirne l’imparzialità. Una volta incassato il no dalla Federazione turca, ecco che la decisione del Fenerbahce è diventata realtà.

Situazione surreale che certamente non favorisce la crescita di un campionato che negli anni recenti ha tentato di risalire, pescando spesso dal nostro campionato.

Dall’altra parte, il Galatasaray manderà in campo la formazione titolare dove sono attesi gli ex del campionato italiano: Mauro Icardi, Mertens, Oliveira, Torreira. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts