Vai al contenuto

Udinese-Inter, le pagelle: Frattesi e Calha decisivi, Sommer e Dumfries da incubo

L’Inter passa a Udine in pieno recupero grazie a Frattesi, migliore in campo insieme a Calhanoglu. Male Dumfries, Sommer e Acerbi. Dimarco e Barella continui. Ecco le pagelle dei nerazzurri.

Sommer 5 La topica sul gol rasenta il ridicolo: cose che capitano. Per il resto fa da spettatore.

Pavard 6 Continuo in entrambe le fasi, anche se nei primi 45′ non riesce a sganciarsi troppo spesso. Niente di eccezionale ma fa il suo.

Acerbi 5,5 Sbaglia più di un appoggio in fase di impostazione. L’Udinese gioca senza un centravanti di ruolo e lui fatica a prendere le misure sugli inserimenti dei centrocampisti.

Carlos Augusto 6- Sua la deviazione che risulta decisiva per la rete di Samardzic. La sua prova è onesta: prova a spingere da terzo di difesa, non ha il sinistro di Bastoni ma ci mette garra.

Dumfries 5+ L’incomprensione con Sommer in occasione del gol friulano è l’errore più evidente di una prestazione negativa. Sulla destra non incide e anche quando deve ripiegare brilla il giusto.

Barella 6,5 Elettrico, a tratti anche nervoso, ma alla fine porta a casa una pagnotta abbondante. In fase di possesso regala qualità alla manovra e fa legna nelle rare volte in cui gli avversari ripartono in velocità.

Calhanoglu 7 Solito sangue freddo dagli undici metri per siglare l’1-1. Già dai primi minuti prende possesso del centrocampo, favorito dal baricentro basso dell’Udinese. È sempre nel vivo del gioco, Okoye è bravo a negargli il gol un paio di volte già nella prima frazione.

Mkhitaryan 6,5 Poco prima di lasciare il posto a Frattesi compie un intervento difensivo decisivo. Per il resto gioca la solita partita di fosforo e corsa anche se fisicamente è meno brillante di qualche settimana fa.

Dimarco 6,5 Nella prima mezz’ora è una furia: ara la fascia sinistra, tira, crossa e i suoi tagli profondissimi mettono in croce la difesa dell’Udinese. Cala leggermente alla distanza ma nel complesso la sua prova è decisamente positiva.

Thuram 6 Ha il grande merito di procurarsi il rigore. Si sbatte e fa tanto movimento ma continua a sembrare un lontano parente dell’attaccante imprendibile visto fino a non troppo tempo fa.

Lautaro Martinez 6- Nel primo tempo Okoye si oppone a un suo bel colpo di testa, nel finale ha il merito di scoccare il destro da cui nasce il tap-in decisivo di Frattesi. Nel mezzo una prova in chiaroscuro, con qualche guizzo ma anche troppi errori non da lui.

 

Inzaghi 6,5 La squadra gioca a memoria anche in una serata in cui diversi singoli appaiono sottotono. Nella ripresa butta dentro Sanchez per aumentare il peso offensivo e suonare la carica, il jolly Frattesi gli regala l’ennesima vittoria di un campionato da incorniciare.

 

Subentrati

dal 68′ Darmian 6 Riporta ordine sulla destra dove fino a quel momento Dumfries aveva pasticciato. Affidabile.

dal 68′ Frattesi 7 Entra e segna, sai che novità. Prima della rete pesantissima in pieno recupero fa le prove generali sia di testa che di piede.

dal 74′ Sanchez 6 Dietro le due punte per provare a scardinare il fortino friulano: nessuna giocata decisiva ma l’impegno è massimo.

dall’82’ Buchanan 6+ Dribbling su dribbling, un quarto d’ora ad alta intensità.

dall’82’ Arnautovic 6+ Sponde in abbondanza, aumenta il peso specifico dell’attacco: entra bene.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vincenzo Corrado

Vincenzo Corrado

Giornalista professionista, scrittore e altre cose che andavano di moda prima dell'intelligenza artificiale.Caporedattore de Il NerazzurroView Author posts