Vai al contenuto

In 5 anni i nerazzurri hanno creato un gap enorme con le altre big del campionato. Il motivo è…

I nerazzurri esultano tutti insieme
CONDIVIDI:
Banner Libro

Negli ultimi 5 anni l’Inter ha dimostrato di essere notevolmente più avanti rispetto alle altre big della Serie A. Il motivo è presto detto.

Che l’Inter fosse una delle squadre più forti della massima serie italiana – e non solo – era un pensiero piuttosto condiviso, ma un dominio così chiaro e il raggiungimento di risultati così importanti non si poteva prevedere. I nerazzurri hanno saputo costruire una formazione a basso costo, facendo ricredere tutti gli scettici e sfornando prestazioni ottime giornata dopo giornata. Non si può, dunque, non lodare il grande lavoro svolto dietro le quinte di questo splendido teatro: il tandem Giuseppe MarottaPiero Ausilio è riuscito nell’intento di costruire una squadra ricca di talento, competitiva e unita senza investire ingenti somme di denaro nelle varie finestre di calciomercato.

Prendendo in esame gli ultimi 5 anni e facendo un doveroso plauso allo straordinario lavoro di Antonio ConteSimone Inzaghi, l’Inter è riuscita a creare un gap spaventoso con le altre big della Serie A. I numeri registrati, infatti, sono decisamente notevoli.

Media punti imbattibile: prima l’Inter, poi il resto

A partire dalla stagione 2019/2020 i nerazzurri hanno ottenuto ben 421 punti: un buon dato, certo, ma che diventa impressionante una volta analizzati i punti delle big italiane. Il Milan è l’unica ad avvicinarsi ai cugini, registrando 375 punti – quasi 50 in meno-. Non c’è storia, invece, per le altre partecipanti: 61 per la Juve, 62 per il Napoli, 78 per la Lazio, 79 per l’Atalanta e 103 per la Roma. Con una media di 84,2 punti a stagione, l’Inter dichiara apertamente di essere una delle migliori squadre di tutta Europa. Un’etichetta pesante ma del tutto meritata: il percorso iniziato con il tecnico salentino e continuato con l’allenatore ex Lazio ne è la testimonianza. 2 Scudetti, 2 Coppa Italia e 3 Supercoppe: trofei conquistati con sudore, sacrificio e fame. Ora è il turno di aggiungerne altri alla bacheca, magari qualcuno proveniente dall’Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Riccardo Fattorini

Riccardo Fattorini

Sono un giornalista sportivo alla ricerca di nuovi stimoli ed esperienze formative. Amo il calcio e amo poterlo raccontare in diversi modi, anche sotto il mio punto di vista.View Author posts