Vai al contenuto

Acerbi, oggi il verdetto: in caso di lunga squalifica l’Inter ha già studiato le mosse per scaricarlo

Oggi si decide il futuro di Acerbi. L’Inter aspetta il verdetto della giustizia sportiva sul caso Acerbi. Il difensore italiano è accusato di aver utilizzato delle frasi razziste nei confronti di Juan Jesus negli ultimi minuti della sfida casalinga contro il Napoli.

Qualora risultasse colpevole, il difensore nerazzurro potrebbe essere duramente punito e anche la sua società, da sempre impegnata nella lotta contro il razzismo, potrebbe prendere dei seri provvedimenti per il futuro.

L’Inter aspetta il verdetto su Acerbi e valuta seri provvedimenti

francesco acerbi inter

A decidere sul futuro del difensore interista sarà il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea, il quale sarà chiamato a valutare le prove raccolte dal procuratore sportivo Giuseppe Chinè. Il caso è parecchio spinoso dato che i due calciatori sostengono due tesi diverse e non ci sono ancora delle prove concrete sull’accaduto.

Gli ultimi casi, dal 2020 fino ad oggi, tra Serie B e Lega Pro non hanno mai portato a 10 giornate di squalifica per i calciatori coinvolti e, se dovesse avvenire, quello di Acerbi sarebbe il primo caso di razzismo sul rettangolo verde degli ultimi anni.

In questa situazione, parecchio sgradevole per tutti quanti, la posizione dell’Inter è molto chiara: garantisti fino al giudizio della giustizia sportiva. Ma se venisse provata la colpevolezza di Acerbi il club non si farebbe problemi a scaricare l’ex difensore della Lazio a fine stagione. Per i vertici della società nerazzurra esistono dei principi, come quello del contrasto ad ogni forma di discriminazione razziale, che vengono prima delle qualità tecniche di un calciatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso