Vai al contenuto

Agente Udogie: “Se Paratici non avesse anticipato, sarebbe finito all’Inter”.

Destiny Udogie sta facendo benissimo in Inghilterra. Il suo procuratore ha raccontato un retroscena relativo al suo trasferimento al Tottenham.

Una delle più grandi rivelazioni del campionato 2021/22 di Serie A fu senza ombra di dubbio Destiny Udogie. Il giovane laterale classe 2002 si mise in mostra con la maglia dell’Udinese. Le sue prestazioni non passarono inosservate, né in Italia né all’estero. Diversi club bussarono alla porta dei friulani per chiedere informazioni riguardo il cartellino di Udogie. Tra queste squadre c’era l’Inter, ma le richieste dei bianconeri furono troppo alte. L’unica squadra che non si lasciò intimorire fu il Tottenham, che strappò un assegno da 20 milioni di euro più bonus (fino a 6) pur di arruolarlo tra le proprie fila. L’investimento ha ripagato e, dopo un ulteriore anno di prestito ad Udine, adesso sta facendo la differenza in quel di Londra.

Nella giornata odierna il procuratore del giocatore, Stefano Antonelli, ha parlato ai microfoni di alcuni giornalisti durante il Padel Best Expo di Montecarlo. Nel corso dell’intervista ha rivelato un particolare della trattativa che ha portato il suo assistito in Inghilterra.

“Bravo Paratici ad anticipare Inter e Juve”

udogie tottenham

Stefano Antonelli ha elogiato l’allora direttore sportivo del Tottenham, Fabio Paratici, per come ha condotto la trattativa per Udogie: “Devo fare i complimenti a Fabio Paratici per come ha agito nel corso della trattativa per portare Destiny Udogie in Inghilterra. In quel momento sul giocatore c’erano moltissime squadre, ma lui è stato bravissimo nell’investire una cifra importante per lui e nel lasciarlo in prestito all’Udinese. Ha creduto moltissimo nelle qualità del ragazzo e così facendo lo ha sottratto dalle grinfie di Inter e Juventus. Non ho difficoltà a credere che l’anno dopo Udogie sarebbe finito in uno di questi due club. In quel momento nessuna delle due società poteva permettersi un tale esborso economico per un giovane. Un ritorno in Itali? In questo momento non credo che ci siano né le prospettive tecniche né quelle economiche per far sì che possa accadere“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli

Tag: