Lucien Agoumè è reduce da una stagione difficile. Neanche il prestito al Siviglia gli ha donato continuità ed ora è pronto a tornare a Milano a fine stagione.

La stagione di Lucien Agoumé è sicuramente da dimenticare. Il giovane centrocampista francese, classe 2002, è di proprietà dell’Inter dal 2019-2020, non ha mai trovato gran spazio nelle gerarchie di Conte prima e di Inzaghi poi, racimolando solo scampoli di partita e sole quattro presenze in due stagioni effettive, intervallate dai prestiti a Spezia, Brest e Troyes.

L’estate scorsa Agoumé era stato vicino alla cessione ma, alla fine del mercato, era rimasto per completare il pacchetto centrocampisti a disposizione di Simone Inzaghi. In sei mesi di permanenza all’Inter, però, ha solo trovato il modo di giocare quattro minuti nella sfida contro la Salernitana di fine Settembre, partita che era già acquisita per 4-0 grazie al poker di Lautaro Martinez.

Il passaggio al Siviglia e lo scarso minutaggio. Agoumé è pronto a tornare in nerazzurro

Agoumè presentato con la maglia del Siviglia

Nonostante la cessione nel mese di gennaio agli spagnoli del Siviglia, Agoumé è rimasto comunque dietro nelle gerarchie dell’allenatore degli andalusi Quique Sanchez Flores. Il francese finora ha trovato solamente il modo di giocare 179 minuti divisi in quattro presenze, anche causa un infortunio abbastanza grave al muscolo femorale che l’ha tenuto fuori per oltre due mesi.

Visto lo scarso impatto sulla formazione spagnola, il Siviglia ha deciso di rispedire al mittente Lucien Agoumé, che tornerà a Milano con un contratto in scadenza nel giugno 2025. Il ritorno alla base del francese non dovrebbe durare molto visto che l’intenzione della società sarebbe quella di cedere il giocatore a titolo definitivo durante il prossimo mercato.