Vai al contenuto

Asllani a DAZN: “Voglio continuare a crescere con questi campioni”

È riuscito a sfatare il taboo Asllani in una serata tutt’altro che semplice. E invece il giovane centrocampista albanese, partito titolare per necessità, ha dimostrato qualità e maturità in una zona del campo che questa sera avrebbe potuto essere il tallone d’Achille, dopo aver subito una rivoluzione per due interpreti su tre.

Asllani ha sfoggiato una prestazione di grande qualità ed ha servito a Lautaro l’assist per il gol che, di corto muso, ha restituito all’Inter il primo posto che la Juventus aveva occupato finché gli uomini di Inzaghi erano in Arabia a giocarsi la Supercoppa. Ai microfoni di DAZN l’ex Empoli mostra una maturità degna di un giocatore esperto.

Le parole di Asllani a DAZN

Il suo assist per Lautaro lo aveva provato in allenamento e gli è riuscito perfettamente sul campo del Franchi. Grazie al corner teso battuto al 13′ del primo tempo, Lautaro ha trovato il suo diciannovesimo gol e ha riportato i suoi al primo posto in serie A, approfittando della maggior altezza rispetto a quella di Parisi, in difficoltà di marcatura sul Toro.

L’ex Empoli parla poi di come ha vissuto la settimana di preparazione alla sfida; Inzaghi lo ha aiutato a restare tranquillo, senza fargli sentire la pressione che sostituire il turco avrebbe messo a chiunque. Ad Asllani è bastato entrare in campo con il solo pensiero di mostrare le sue qualità e senza lasciarsi sopraffare dalla fisicità di una squadra come la Viola che, giocando a uomo, avrebbe potuto mettere in grande difficoltà il 2002 albanese. Una partita di sofferenza che con compattezza il gruppo ha vinto, rispettando l’obiettivo con cui erano partiti da Milano. Asllani è giovane e avere davanti Calhanoglu certamente non lo aiuta a giocare spesso, ma restare a Milano è stata una scelta del giocatore che, spiega, è convinto che condividere lo spogliatoio con campioni come il turco, che lo aiuta quotidianamente a migliorare, è la scelta migliore per crescere. “Posso solo imparare e ammirare uno come lui”. L‘obiettivo principale per la promessa nerazzurra è quella di continuare a lavorare con umiltà per ritagliarsi il suo spazio.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni