Vai al contenuto

Atletico-Inter, il retroscena: nel 2016 Inzaghi a scuola da Simeone

Atletico-Inter: questa sera al Metropolitano le due formazioni si giocano l’accesso ai quarti di finale della massima competizione europea, con i nerazzurri che partono sul risultato di vantaggio dell’andata di 1-0. A Inzaghi è andato il primo scontro, dunque, e ora la mano passa a Simeone: non solo due allenatori, ma anche due filosofie di calcio a confronto da cui l’ultima volta è uscita vincitrice quella del tecnico di Piacenza.

Ecco che però spunta un aneddoto che riporta alla luce i primi passi di un legame, quello tra il Cholo e Inzaghi, iniziato molto prima di questi ottavi di Champions League. Era il marzo 2016, quando Simeone allenava già i Colchoneros a Madrid mentre il tecnico oggi sulla panchina dell’Inter era ancora alla guida della Primavera della Lazio.

Inzaghi allievo del Cholo torna a Madrid da maestro: “Uno spettacolo e che intensità”

Confronto tra Inzaghi e Simeone, allievo e maestro

La notizia, riportata da Corsport, ci racconta che Inzaghi fu ospite dell’allenatore dell’Atletico in quell’anno per avere l’occasione di osservare e studiare da vicino i suoi metodi di lavoro. “Sono riuscito a seguire due sessioni di allenamento a Majadahonda, il centro sportivo dell’Atletico, e ho visto anche la partita al Metropolitano” aveva detto Inzaghi al rientro dall’aeroporto di Fiumicino, di ritorno proprio da Madrid.

Il viaggio, compiuto tra l’altro all’oscuro di Igli Tare e della società, aveva segnato non poco il tecnico: “Ho visto un’intensità in allenamento, un lavoro… che spettacolo è stato” aveva detto ritornando a Formello. Due settimane dopo inizia il suo capitolo nella storia: Stefano Pioli viene esonerato dopo la sconfitta per 1-4 nel derby e Lotito sceglie proprio Inzaghi per sostituirlo in panchina. Questa sera al Metropolitano sarà di nuovo sfida tra allievo e maestro, tra chi sta dimostrando di essere anche più grande del proprio mentore e chi si è guadagnato il posto tra gli allenatori migliori d’Europa degli ultimi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati