Vai al contenuto

Atletico Madrid: formazione, come gioca, modulo

Atletico Madrid formazione, come gioca, modulo. Sarà l’Atletico Madrid il prossimo avversario dell’Inter in Champions League. La caratteristica che da sempre contraddistingue gli spagnoli è sicuramente la garra, la durezza nei contrasti che spesso trasforma le partite dei colchoneros in veri e propri duelli, anche psicologici.

Andiamo quindi a scoprire e ad approfondire la squadra di Madrid, partendo dallo stile di gioco, cambiato negli ultimi anni, e passando per i pericoli principali, punti deboli e di forza.

Formazione tipo

Schieramento speculare all’Inter di Inzaghi, con il modulo 3-5-2 come punto di partenza per poter sfruttare al meglio le proprie armi sugli esterni con giocatori fisici e tecnici come Lino sulla sinistra e l’ex Udinese Molina sulla fascia destra. A centrocampo, in regia troviamo il sempre verde capitano Koke, affiancato dall’altro ex del nostro campionato, Rodrigo de Paul, e da uno tra Saul e Pablo Barrios. In attacco, Griezman verrà affiancato da due giocatori diversi tra andata e ritorno. All’andata, assente Morata per infortunio, sarà Depay ad affiancare il francese. La difesa, punto di forza dell’Atletico di Simone fin dalla coppia Miranda-Godin che giocò la finale di Champions del 2014, è composta da Witsel – adattato ormai a ruolo di difensore centrale – con Gimenez e Hermoso a difendere la porta della saracinesca Oblak.

Atletico Madrid (3-5-2): Oblak; Gimenez, Witsel, Hermoso; Molina, Rodrigo de Paul, Koke, Saul Niguez, Lino; Griezmann, Depay. 

Situazione infortuni

Al momento l’infermeria dell’Atletico è a quota cinque giocatori indisponibili. L’ultimo in ordine di tempo è Alvaro Morata, uscito malconcio dalla sfida contro il Siviglia, e per il quale si attendono esami più approfonditi. Lemar e Marcos Paulo sono fermi da Settembre 2023, mentre Azpilicueta e Gimenez sono fermi da inizio anno e per il secondo la fase di recupero è avanzata, tant’è che potrebbe anche essere in panchina contro i nerazzurri nella sfida di andata del 20 febbraio a San Siro.

Posizione in Liga

Per quanto riguarda il cammino che l’Atletico sta avendo in campionato, la squadra di Simeone ad oggi 12 febbraio 2024, è quarta con 48 punti, a 13 punti dal Real Madrid capolista. Il Barcellona, terzo, dista solo tre punti mentre i colchoneros hanno tre punti di vantaggio sull’Athletic Bilbao (che hanno, però, una partita da recuperare).

Ecco l’attuale classifica della Liga:

  1. Real Madrid  61
  2. Girona  56
  3. Barcellona  51
  4. Atletico Madrid  48
  5. Athletic Bilbao*  45

*una partita in meno

Il fattore Simeone

Infine, è inutile negare come l’Atletico sia una delle squadre che più incarna la filosofia del proprio allenatore, che in questo caso è il vero e proprio condottiero e aizzatore del pubblico nei momenti decisivi. Simeone, all’Atletico dal 2011, è un maestro nel caricare a mille la propria squadra e portarla a superare gli ostacoli e gli avversari principali che in Spagna spesso hanno il nome di Real e Barcellona.

Dal suo arrivo l’Atletico ha riguadagnato uno status da grande squadra, andando a vincere due campionati nel 2014 e nel 2021 che interrompevano il dominio incontrastato di Real e Barcellona. Anche in Europa ha sempre regalato tante gioie ai propri tifosi, con le due finali di Champions giocate proprio contro i rivali cittadini del Real Madrid. In entrambe le occasioni, la coppa più bella è sfilata via di poco a termine di ottime prestazioni. Simeone tornerà a San Siro da ex, voglioso di dimostrare come il suo Atletico sia in grado di adattarsi a tutti i tipi di partita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mirko Patera

Mirko Patera