Vai al contenuto

La BBC applaude Inzaghi: “I giocatori dell’Inter sono bravi, ma Inzaghi li ha resi eccezionali”

La BBC esalta l’Inter e Inzaghi, evidenziando il percorso di crescita, le statistiche del tecnico piacentino e la sua abilità a migliorare i giocatori che ha a disposizione.

In una stagione ricca di soddisfazioni e bei momenti condivisi con tutto il panorama interista (di cui il più bello è ad un passo dall’essere raggiunto), nella settimana del compleanno di Inzaghi piovono altre soddisfazioni per il tecnico piacentino: innanzitutto il rinnovo di contratto per diventare il mister più vincente della storia nerazzurra è sempre più vicino e concreto, poi ha festeggiato la 15oesima panchina da tecnico dell’Inter proprio nel giorno del suo compleanno e infine il suo lavoro di questi tre anni è stato esaltato dalla BBC.

La BBC esalta Inzaghi e il suo lavoro negli ultimi tre anni

inzaghi squadra

Inzaghi lo ha sempre detto: “Il calcio è sempre più veloce“, e chi meglio di lui può saperlo? Solo un anno fa, dopo la sconfitta in casa contro la Fiorentina l’esperienza nerazzurra del tecnico piacentino sembrava avere i giorni contati e gli attacchi provenivano da ognidove e per motivi più diversi: fa poche rotazioni, ha un gioco prevedibile che si basa troppo sugli esterni, sbaglia troppe sostituzioni. A soli 365 giorni di distanza, Inzaghi comanda la classifica a +14 sulla seconda ed è ad un passo dal raggiungere il ventesimo scudetto e, quindi, la seconda stella.

Ad esaltare il lavoro dell’ex Lazio si aggiunge la BBC, che evidenzia le qualità dell’allenatore partendo innanzitutto dai suoi numeri. Inzaghi ha la miglior percentuale di vittorie di qualsiasi altro allenatore interista: 150 partite, 100 vittorie e una percentuale di successo del 67%. La sua squadra non solo ha posto 14 punti i distacco sulla seconda, ma lo ha fatto giocando un calcio spettacolare, di cui la BBC parla in questi termini: “Il fatto che i giocatori avessero la libertà di eseguire mosse offensive mentre il resto della squadra si adattava, ruotando le posizioni senz soluzioni di continuità per garantire solidità costante e un attacco imprevedibile ricorda perfettamente l’incredibile stile dell’Olanda degli anni ’70”. 

Ma per Inzaghi non è sempre stato tutto facile e il suo percorso all’Inter, fatto inizialmente di alti e bassi, ha certo portato alcune critiche al tecnico da parte soprattutto della stampa italiana. Il lavoro straordinario di Inzaghi non riguarda solo la sua squadra, ma in primis il mister stesso. “Gli anni scorsi l’insistenza nel sostituire i giocatori ammoniti, l’eccesivo affidamento agli 11 titolari, le sostituzioni ruolo per ruolo e l’altalenanza con la quale gestiva la tensione sono stati giustamente considerati i suoi punti deboli. Inzaghi ha saputo interiorizzare le critiche e imparare da queste, usandole per crescere ed è sotto gli occhi di tutti i progressi che ha fatto per mentalità e raffinatezza delle tattiche. I giocatori dell’Inter sono bravi, ma grazie a Inzaghi oggi li consideriamo eccezionali“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni