Vai al contenuto

Bento nuovo Julio Cesar? Il brasiliano vuole solo l’Inter

Bento-Inter: intreccio ormai noto tra un giovane portiere molto promettente e una società che negli ultimi mesi non lo ha mai perso di vista. La possibilità che il classe ’99 passi in nerazzurro nel corso del prossimo mercato estivo, infatti, è molto concreta, e temporaneamente potrebbe vestire i panni di vice Sommer.

Il ragazzo cresciuto nelle giovanili dell’Atletico Paranaense ha debuttato in prima squadra il 24 novembre 2020 nel match di Coppa Libertadores contro il River Plate, mentre ha esordito in campionato quattro giorni dopo contro il Palmeiras. In nazionale maggiore è stato convocato per la prima volta il 18 agosto 2023, ma ha sfortunatamente dovuto rinunciare a causa di un infortunio.

Bento vuole solo l’Inter: il cartellino del nuovo portiere per il futuro

Bento, portiere brasiliano in ottica Inter

Dopo il “no” del club alla cessione incassato dall’Inter l’estate scorsa, i contatti tra le società sono ripresi con l’intenzione di portare a Milano il brasiliano. Bento, da parte sua, in questi mesi non ha fatto che confermare le buone cose già messe in mostra in precedenza e potrebbe ricalcare le orme di un grande della Milano nera e blu, suo connazionale: Julio Cesar. Anche quest’ultimo, infatti, aveva iniziato in Italia come vice di Toldo.

Un apprendistato sotto l’ala protettiva di Sommer potrebbe garantire al ragazzo un po’ di tempo per crescere, abituarsi ad un altra realtà calcistica e poi far sbocciare il talento per il suo definitivo salto di qualità. Il trasferimento, inoltre, incontrerebbe anche la necessità del club di puntare su un giovane estremo difensore in prospettiva futura, considerando l’età dell’ex Bayern Monaco (35 anni).

Per il cartellino di Bento si parla di circa 15 milioni di euro, ma la buona notizia è che Marotta e Ausilio possono contare sulla volontà del calciatore di trasferirsi a Milano. Il ragazzo sarebbe, infatti, totalmente convinto della destinazione Inter e non è interessato al momento ad ascoltare nessun’altra proposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati