Vai al contenuto

Betsson, il fatturato sfiora il miliardo. Sarà il nuovo sponsor dell’Inter?

Betsson è sempre più vicina all’essere il nuovo sponsor dell’Inter, il CEO: “Continua il nostro impegno nel calcio”. Intanto il fatturato sfiora il milione di euro. 

Betsson, l’agenzia di scommesse svedese, da poco sbarcata in Italia, sembra sempre più vicina all’essere il nuovo sponsor di maglia dell’Inter per la prossima stagione in base ad un accordo che raggiunge i 30 milioni di euro annui. Calcio e Finanza propone un approfondimento sul bilancio del primo candidato ad essere il prossimo sponsor dei nerazzurri.

Il fatturato di Betsson sfiora il miliardo. Il CEO: “Il nostro impegno nel calcio continua”

Nuovo possibile sponsor

Per l’intero anno, il flusso di cassa operativo è stato di 320 milioni di euro, ciò significa che l’anno si è concluso con una posizione netta di cassa di 60 milioni di euro” spiega Pontus Lindwall, il CEO di Betsson. Prosegue così, in base a quanto riportato da Calcio e Finanza: “I solidi flussi di cassa dell’attività ed il solido stato patrimoniale ci consentono di continuare a distribuire dividendi attraenti ai nostri azionisti, investendo così nella crescita futura. Il nostro impegno nel calcio continua e di recente abbiamo firmato un contratto di sponsorizzazione maglia con il club più importante della Colombia, l’Atletico Nacional. Abbiano poi iniziato una collaborazione con la Grecia, con cui Betsson avrà i diritti di denominazione per l’importante coppa nel calcio greco. Il 2024 sarà  un anno importante per il calcio e siamo impazienti di seguire le partite insieme ai fan, clienti e dipendenti.”

Per quanto riguarda il fatturato dell’agenzia di scommesse svedese, il suo fatturato ammonta a 948,2 milioni di euro, evidenziando così un aumento del 22% rispetto al 2022. L’EBITDA, invece, è stato di 262,7 milioni di euro, aumentato del 52% rispetto al 2022, mentre il reddito operativo (EBIT) riporta un aumento del 60%, raggiungendo i 210,5 milioni di euro. L’utile netto è pari a 173 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni