Vai al contenuto

Buchanan può diventare l’arma in più di Inzaghi per la prossima stagione: ecco perché

Il canadese, in goal contro il Frosinone, può diventare un jolly importante nello scacchiere tattico di Simone Inzaghi in vista della stagione 2024/2025?

Uno dei protagonisti della “manita” al Frosinone è stato Tajon Buchanan. Il canadese classe ’99, arrivato a Milano a gennaio, ha segnato il goal del 3-0 con un bel destro a giro che si è infilato all’angolino basso della porta difesa da Cerofolini. Un’iniezione di fiducia importante per l’ex giocatore del Club Brugge, che fino ad ora aveva avuto poche occasioni per lasciare il segno con la maglia nerazzurra.

A questo punto, TJ si candida per avere un ruolo importante nell’Inter che verrà. Proviamo quindi a capire i progetti che Simone Inzaghi ha in mente per farlo rendere al massimo delle sue potenzialità.

Buchanan, jolly per Inzaghi in vista del 2024/2025?

Frosinone Inter buchanan

Buchanan, a gennaio, era arrivato per sostituire Juan Cuadrado, che sarebbe stato indisponibile fino ad aprile. Serviva quindi un uomo sulla fascia destra per alternarsi con Darmian e Dumfries. Nonostante questo, Inzaghi lo ha schierato sempre come esterno sinistro, sorprendendo molti. Dopo il goal di ieri, però, non è utopia pensare che il canadese possa traslocare stabilmente a sinistra come vice Dimarco, con Carlos Augusto spostato stabilmente braccetto di difesa. Inzaghi, nell’intervista post partita di ieri, ha parlato di questa possibilità.

Molti dipenderà anche dal calciomercato e da quello che sarà il futuro di Dumfries, ma è innegabile che il Buchanan visto a Frosinone possa essere un giocatore molto importante dell’Inter che verrà. Del resto, Simone Inzaghi in questi anni all’Inter si è particolarmente distinto per aver sempre saputo mettere ogni giocatore nelle migliori condizioni per esprimere le proprie potenzialità. E Buchanan di potenzialità ne ha molte, dalla velocità alla tecnica; bisogna solo sprigionarle al meglio per renderlo un fattore sulla fascia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Febi

Fabrizio Febi