Vai al contenuto

Commisso attacca: “Fiorentina società modello economicamente. Invece altre squadre non rispettano il FFP”

Rocco Commisso - Fiorentina
CONDIVIDI:
Banner Libro

Commisso Fiorentina. Dopo le recenti dichiarazioni di Gian Piero Gasperini, che non ha perso occasione per lanciare l’ennesima frecciata alla società nerazzurra, questa volta a parlare della situazione economico-finanziaria del calcio italiano è il presidente di un illustre società italiana: si tratta di Rocco Commisso, attuale patron della Fiorentina.

In una lettere dedicata ai suoi tifosi dopo la dolorosa sconfitta in finale di Conference League contro L’Olympiacos ad Atene, il numero uno dei viola ha parlato dell’importanza del suo progetto tecnico e di come la sua Fiorentina abbia sempre cercato di crescere in modo sostenibile e senza mai violare le regole del Fair Play Finanziario.

Commisso sulla situazione societaria della Fiorentina

“La Fiorentina non avrebbe mai rischiato il fallimento e grazie a continui investimenti importanti e con grande attenzione alle regole economiche stabilite dal Fair Play Finanziario, anche se qualche illustre società continua a non rispettarle, noi siamo presi a esempio non solo in Italia ma anche in Europa come Società modello”, le sue parole.

“Ricordo a tutti che ho preso la Fiorentina dopo che si era salvata all’ultima giornata e, in cinque anni, abbiamo raggiunto due Finali di Conference, una finale di Coppa Italia, ci siamo qualificati per tre volte consecutive in Europa. Successivamente abbiamo costruito il Viola Park che rimarrà per sempre un bene del Club e di Firenze. I primi giorni dopo il mio arrivo ho detto che volevo riportare la Fiorentina dove la città di Firenze e i Tifosi Viola meritano, siamo a un passo dalle cosiddette “6 sorelle”. Questi risultati non arrivano per caso, sono stati raggiunti attraverso programmazione, pianificazione, scelta delle persone e, sicuramente, anche degli sbagli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso