Vai al contenuto

Dimarco, altro gol e prestazione di alto livello: è tra i migliori al mondo

La vittoria di ieri sera dell’Inter è stata firmata ancora una volta da Federico Dimarco, che ha realizzato la quinta rete del suo straordinario campionato, a cui vanno aggiunti anche sei assist. Numeri che ormai non stupiscono più, considerando la crescita esponenziale che ha avuto l’esterno italiano da quando si è preso la fascia sinistra dell’Inter. Titolare inamovibile anche della Nazionale italiana, Dimarco sarà il titolare della selezione guidata da Luciano Spalletti, dove potrà consacrarsi ancora di più anche a livello internazionale.

Ormai non ci sono più dubbi, con l’esterno italiano che è tra i migliori in Europa e al mondo in quel ruolo, merito anche di Simone Inzaghi, che ha deciso di puntarci dall’inizio della sua avventura interista.

Dimarco, numeri da top player

Inter Roma Dimarco primo tempo

L’esterno italiano ha già migliorato i numeri della scorsa stagione in campionato, dove aveva segnato 4 gol e servito 5 assist in 33 partite giocate. A questi vanno aggiunti anche il gol nella finale di Supercoppa Italiana, una rete in Coppa Italia e i 5 assist forniti in Champions League, quando l’Inter arrivò in finale alla competizione.

Dimarco ha ancora il tempo di aumentare le statistiche di questa stagione, che al momento fanno registrare 5 gol e 6 assist in campionato, un assist in Supercoppa italiana e Coppa Italia, e un gol in Champions League nella trasferta contro l’Atletico Madrid, e che rappresenta il punto più basso della stagione nerazzurra. Questi numeri lo mettono di diritto nei migliori nel proprio ruolo, dietro solo ad Alex Grimaldo e Frimpong che stanno facendo una stagione spettacolare nel Bayer Leverkusen, per quanto riguarda le statistiche.

Il suo valore, secondo Transfermark, è di circa 50 milioni di euro, ma ha un contratto fino a giugno 2027 e quindi per lui non se ne parla di cambiare squadra, a meno di clamorose offerte. Anche perché, buona parte del merito della sua crescita è dovuto a Simone Inzaghi, che dopo l’addio di Perisic nella stagione 2021-22, ha deciso di puntare su di lui come titolare fisso della fascia sinistra, relegando in panchina un certo Robin Gosens, che è stato anche vittima di qualche infortunio muscolare di troppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto