Vai al contenuto

Disordini dopo Inter-Juve, daspo e arresti

Disordini dopo Inter-Juve. Il clima rovente di Inter-Juve non si è esaurito nei 90′ di gioco sul campo del Meazza, ma si è perpetuato anche nel post-gara, fuori dallo stadio. Nell’edizione online de Il Giorno, si parla di 50 arresti e 2 daspo per alcuni tifosi nerazzurri.

Inter-Juve, disordini a fine partita

San Siro campo
San Siro

Verso mezzanotte, quando i pullman dei tifosi bianconeri sono stati scortati fuori dal parcheggio ospiti sono stati oggetto di lanci di bottiglie da parte di un gruppo di tifosi a volto coperto; gli stessi hanno poi lanciato bombe carta verso le forze dell’ordine causando un danno ai veicoli della Polizia.

Cinquanta tifosi dell’Inter sono stati accompagnati in questura di cui due, di 22 e 24 anni, sono stati arrestati mentre 48 sono stati denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, avendo rinvenuto in un’area verde nei pressi di via Ippodromo bastoni, tirapugni e cinture. Il questore di Milano, Giuseppe Petronzi, ha emesso un DASPO nei confronti di tutti e 50 i tifosi nerazzurri che erano stati portati in questura.

Anche prima della gara si era registrato qualche problema, questa volta creato dai supporters bianconeri. In particolare, diciotto tifosi della Juve verso le 18 sono stati identificati dalla polizia dopo aver lanciato un petardo sotto il pullman di un Inter Club che stava raggiungendo lo stadio. Durante il filtraggio, è stato fermato un ventunenne bianconero, denunciato, allontanato e daspato per un anno per aver provato a introdurre un fumogeno. Circa 60 tifosi della Juve sono stati poi fermati ai cancelli perché sprovvisti di biglietto.

Il servizio di ordine pubblico era entrato in funzione fin dalla mattina per la bonifica dello stadio, l’arrivo dei pullman di Inter e Juventus e la vigilanza delle stazioni ferroviarie e della barriera autostradale di Milano-Ghisolfa in vista dell’arrivo dei supporters bianconeri. Queste attività sono state coordinate dalla sala operativa della Questura, e la gestione della viabilità per sopperire all’assemblea sindacale della Polizia Locale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni