Vai al contenuto

Inter-Juventus 1-0: il derby d’Italia è dei nerazzurri

CONDIVIDI:
Banner Libro

Inter-Juventus: il match più atteso della 23esima giornata si chiude con il risultato di 1-0 per i nerazzurri, a cui basta una rete per mettere al sicuro la sfida e guadagnare tre preziosissimi punti sul secondo posto in classifica.

Una partita tesa, tesissima, quella che doveva essere decisiva per determinare chi avrebbe giocato il ruolo di inseguitrice e chi di favorita nella seconda parte di campionato. La gara inizia subito su ritmi molto alti, con i nerazzurri che spingono e schiacciano la formazione di Allegri nella propria metà campo. Pochi gli spazi concessi dai bianconeri, sempre compatti dietro, e proprio dopo quella che è stata la più grande occasione lato Juve sui piedi di Dusan Vlahovic è arrivato il vantaggio Inter. Il nome, tra i tanti osservati speciali, è quello che non ti aspetti: Federico Gatti.

Inter-Juventus: ai padroni di casa basta un 1-0 e la vetta è sempre più nerazzurra

l’1-0 arriva dunque al minuto 37: cross di Barella dalla destra, acrobazia tentata da Pavard e pallone che schizza in zona Thuram dove è il tocco del difensore bianconero a spingere la sfera alle spalle di Szczesny. Questo l’episodio che colora un primo tempo a tinte decisamente nere e blu, con 9 tiri (di cui 2 nello specchio) e il 61% di possesso palla in favore dei padroni di casa.

Nella ripresa la formazione torinese alza il baricentro e la gara si accende: le squadre si allungano e aumentano le occasioni da una parte e dall’altra. Servono un super Szczesny e una prestazione molto positiva di Bremer per arginare lo strapotere degli inserimenti di Barella e soprattutto di un superlativo Hakan Calhanoglu, tra i migliori in campo. Tra le fila bianconere un Vlahovic un po’ impreciso, a tratti poco lucido, e alcuni sprazzi pericolosi di Chiesa troppo isolati non sono sufficienti per mettere paura all’Inter, che chiude il derby con un dato del 53% di possesso palla e un parziale di 15 tiri totali contro i 12 bianconeri.

Una sfida molto intensa e aperta, a differenza dell’andata che si era chiusa con un pareggio per 1-1 da cui nessuna delle due squadre sembrava volersi schiodare troppo, da cui gli uomini di Inzaghi escono carichi e in fiducia. L’Inter batte la Juventus, che non subiva una sconfitta da ben 27 gare, e vola a +4 sul secondo posto con una partita ancora da recuperare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati