Vai al contenuto

“Ecco cosa mi ha detto Thuram”. Il racconto di Mattia, il ragazzo con la maglia taroccata

Marcus Thuram si è reso protagonista di un simpatico episodio sui social. Alla fine il francese ha ritrovato il ragazzo con la maglia taroccata.

Arrivato all’Inter a parametro zero dopo un entusiasmante duello di mercato con il Milan, Marcus Thuram, detto Tikus da tifosi e compagni di squadra, è riuscito in tempi brevissimi non solo a convincere Simone Inzaghi ma anche ad entrare nel cuore di tutti i tifosi dell’Inter, sia per i suoi gol e le sue grandi giocate che per il suo carattere molto estroverso.

Marcus, a detta di tutti, è un ragazzo veramente simpatico e che, soprattutto quando si tratta di festeggiare, non perde mai occasione per ridere e scherzare, sia con i compagni che con i suoi tifosi.

Nel corso dei festeggiamenti per le vie del centro di Milano, l’attaccante francese ha ripreso e successivamente postato sui suoi canali social, la foto di un giovane tifoso che si era arrampicato su un semaforo, promettendogli una nuova maglia in regalo. Dietro la vecchia maglia dell’Inter di Lukaku, che indossava il tifoso, c’era il nome di Thuram disegnato.

Il racconto del tifoso ritrovato da Thuram sui social

tifoso-post-thuram-instagram

Come raccontato dallo stesso tifoso, Thuram aveva postato la sua foto su Instagram e lui ha risposto immediatamente. Il francese ha promesso a Mattia, il giovane tifoso ripreso, una maglietta in regalo. Il giovane tifoso interista è rimasto positivamente sorpreso e non ha perso occasione per raccontare come è venuta l’idea di modificare la vecchia maglia di Lukaku e di inserire il nome di Thuram, il quale nel corso dell’intera stagione ha fatto totalmente dimenticare l’attaccante belga, attualmente in forza alla Roma.

“Aveva messo una storia e gli ho risposto. Poi ha messo anche il post. Stavo giocando a padel, appena ho finito l’ho visto e ho commentato sotto la sua foto. Hanno iniziato a taggarmi dei miei amici e poi molte altre persone… Ho il telefono che vibra da tutto il giorno. Ero vicino alla fermata di Lotto. Mentre stavo filmando il passaggio del pullman, ho visto che Thuram aveva iniziato a farmi il video. Ma come è nata l’idea della maglia? Ero a casa sua e gliel’ho presa, cambiando il nome di Lukaku. L’avevo già messa una volta per andare allo stadio. Il giorno della festa l’ho rimessa”, ha raccontato a gianlucadimarzio.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso