Vai al contenuto

Estate infuocata per gli allenatori. E Inzaghi?

Il prossimo mercato estivo promette di essere infuocato non solo per i trasferimenti dei giocatori, ma soprattutto per i cambi di guida tecnica nei principali club europei.

Conosciuto come il “Valzer delle Panchine” o “Domino degli Allenatori”, questo fenomeno andrà a coinvolgere una serie di squadre di alto livello, generando attese ed emozioni tra i tifosi. In questo scenario, gli allenatori diventano i veri protagonisti, con le loro sorti legate strettamente ai risultati ottenuti in campo.

Mentre alcuni, come ad esempio Simone Inzaghi che è ormai sicuro della permanenza sulla panchina dell’Inter, prolungata di un’ulteriore stagione in caso di conquista dello Scudetto, sembrano avere il futuro assicurato grazie alle brillanti prestazioni della propria squadra, molti altri sono ancora in bilico e soggetti a valutazioni future mentre alcuni sono addirittura a piedi, chi per scelta propria e chi per decisione altrui. 

Disoccupati di lusso

zidane-conte-mourinho

Il calciomercato interesserà soprattutto il mondo degli allenatori. Le principali squadre italiane dovranno attrezzarsi per far fronte ai nuovi cambiamenti che il calcio subirà nella prossima annata. La nuova Champions League porterà nelle casse delle società italiane qualificate, che potrebbero arrivare a cinque, un bel gruzzolo da investire non solo per il parco giocatori ma anche per le guide tecniche.

L’Inter capolista in Serie A e impegnata la prossima estate nella prima edizione del nuovo Mondiale per Club, non dovrebbe sconvolgere la panchina per la stagione 2024-2025. I risultati della formazione di Simone Inzaghi hanno confermato il tecnico piacentino anche per la prossima stagione e, in caso di vittoria dello scudetto, il contratto verrebbe automaticamente prolungato di un’ulteriore stagione.

Ma attenzione alle infinite vie del mercato; l’Inter è una delle migliori formazioni in Europa e il lavoro svolto da Inzaghi potrebbe farlo finire nel mirino di importanti club esteri, sebbene un vero interesse per l’ex allenatore della Lazio non sia mai stato realmente manifestato da altre società. I club che in estate non potranno concedersi troppo relax sono sostanzialmente due: Milan e Napoli.

I rossoneri sembrano intenzionati a terminare il ciclo con Stefano Pioli, anche in caso di trionfo in Europa League; i nomi circolati negli scorsi giorni interessano tecnici del calibro di Antonio Conte, fermo dopo l’esperienza al Tottenham e dell’ex eroe del Triplete nerazzurro, Thiago Motta, attuale guida tecnica del Bologna. Dovendosi scucire il tricolore dal petto, anche il Napoli, arrivato in questa stagione al terzo cambio in panchina dopo l’addio di Luciano Spalletti, dovrà trovare un mister di spessore e si sono fatte vive alcune indiscrezioni che sembravano portare a un contatto con Josè Mourinho appena dopo l’esonero dello Special One dalla Roma. 

Al di là delle frontiere italiane, club come Barcellona, Liverpool e Bayern Monaco dovranno fare i conti con Xavi, Jurgen Klopp e Thomas Tuchel che a fine stagione saluteranno le loro attuali società a cercare sostituti di alto profilo. Nomi come Zinedine Zidane, Xabi Alonso e Roberto De Zerbi, questi ultimi impegnati a guidare vere realtà quali Bayer Leverkusen e Brighton,  vengono accostati alle migliori squadre europee, alimentando la competizione per assicurarsi i tecnici più desiderati sul mercato. Anche in Premier League e in Ligue 1, il futuro di club come Manchester United, Chelsea e PSG è incerto, con allenatori quali Erik ten Hag, Mauricio Pochettino e Luis Enrique che dovranno dimostrare il proprio valore nei prossimi mesi per evitare possibili cambiamenti. L’estate si prospetta quindi ricca di colpi di scena e di decisioni che potrebbero ridefinire il panorama calcistico europeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Gianmarco Vella

Gianmarco Vella