Vai al contenuto

Fabbian e Casadei: Inter, hai puntato su quello giusto?

Fabbian e Casadei. La Primavera dell’Inter nel 2021/22 era una squadra fortissima. Ad impressionare di quella rosa era soprattutto il centrocampo. In quella formazione i titolari in mezzo al campo erano due come Cesare Casadei e Giovanni Fabbian. Quell’anno fu il primo a brillare maggiormente, con diversi goal messi a segno nel corso del campionato. Il secondo fornì sempre ottime prestazioni, ma non era di certo lui il trascinatore di quella squadra.

Durante l’estate entrambi salutarono la squadra che li aveva cresciuti. Casadei fu venduto al Chelsea per una cifra pari a circa 20 milioni di euro. Un’offerta fuori mercato, soprattutto se si pensa che in quel momento il centrocampista non aveva ancora esordito in Serie A. L’Inter, che proprio con club londinese aveva perfezionato l’affare per il ritorno a Milano di Lukaku, dovette cedere alle avance per il proprio gioiello, rinunciando alla proprietà del suo cartellino. Fabbian fu girato in prestito per farsi le ossa in Serie B, più precisamente alla Reggina di Pippo Inzaghi.

Fabbian e Casadei: il bilancio ad oggi

fabbian casadei inter

Oltre al ruolo, Fabbian e Casadei condividono le medesime caratteristiche. Entrambi sono strutturate mezzali offensive, che fanno dell’inserimento e del senso del goal il proprio punto di forza. Nel corso di questi due anni, le loro prestazioni sono state spesso confrontate per capire quale dei due stesse avendo la crescita migliore. Quando finì il percorso nel settore giovanile, sembrava Casadei il più pronto dei due per giocarsi un posto all’Inter. Questo pensiero era condiviso anche in Viale della Liberazione, dove non c’erano dubbi su quale dei due giocatori puntare. Ad oggi però sembrerebbe che i ruoli si siano ribaltati.

Casadei non è riuscito a trovare spazio nel Chelsea. Per ben due volte è stato mandato a farsi le ossa in Championship, prima al Reading e successivamente al Leicester. Nessuna delle due volte ha impressionato. Adesso è tornato a Londra, ma fino ad ora ha giocato solo 17 minuti con la maglia dei Blues. La sua crescita pare essere in una fase di stallo.

Fabbian invece lontano dall’Inter ha cominciato a brillare. La sua prima stagione tra i grandi, in Serie B, si è chiusa con la vittoria del premio di miglior giovane del torneo. Le prestazioni offerte in cadetteria gli sono valse la chiamata del Bologna di Thiago Motta, dove si è trasferito a titolo definitivo, con possibilità di recompra a favore dell’Inter. In questo campionato di Serie A ha già messo a segno 5 goal, lasciando intravedere ampissimi margini di miglioramento. Forse l’Inter, più per una questione di fortuna che altro, ha mantenuto il controllo su quello giusto dei due giovani centrocampisti usciti dal vivaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli