Vai al contenuto

La Fifa ha già bocciato il cartellino blu

La FIFA, il massimo organo calcistico al mondo, si è detta contraria al cartellino blu: la grande rivoluzione che sarebbe dovuta esser stata introdotta con questo nuovo tipo di sanzione, non piace al presidente Gianni Infantino. Il cartellino blu serviva per sanzionare episodi come falli tattici o proteste eccessive, con il giocatore colpevole che di questi due tipi di infrazioni che verrebbe squalificato per 10 minuti.

La FIFA però non ci sta, ed annuncia che questa innovazione non verrà introdotta nei campionati professionistici, anche se dovesse essere introdotta la sperimentazione in alcune categorie minori o giovanili.

La FIFA annuncia: “Non verrà usato il cartellino blu”

infantino FIFA

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, il massimo organo calcistico non è intenzionato ad introdurre questo nuovo tipo di sanzione. A confermarlo è stato Gianni Infantino, presidente della FIFA, che ha affermato che i cartellini blu non verranno usati nel calcio professionistico, anche se continueranno a lavorare con l’IFAB per trovare soluzioni per innovare il calcio.

La possibile introduzione del cartellino blu aveva già diviso gli addetti ai lavori e l’opinione pubblica, con buona parte delle opinioni contro questa novità, che avrebbe snaturato troppo questo sport.

Possibile comunque che il cartellino blu venga comunque provato in alcuni campionati inferiori, ma già c’è la decisione, sembrerebbe definitiva, di non andare avanti con questa novità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto