Vai al contenuto

Giroud ai saluti in Nazionale lancia Thuram: “Dopo l’Europeo lascerò. Bisogna lasciare spazio ai giovani”

due dei migliori assistmen della Serie A, Giroud e Thuram
CONDIVIDI:
Banner Libro

Olivier Giroud è pronto ad affrontare gli ultimi mesi di calcio europeo della sua carriera.

Olivier Giroud è pronto a salutare il continente europeo e iniziare una nuova fase della sua vincente carriera negli Stati Uniti. L’attaccante francese ha infatti da poco firmato con i Los Angeles FC, squadra in cui hanno militato anche Bale e Chiellini prima del ritiro. L’annuncio dell’addio al Milan è arrivato il 13 maggio attraverso un video-messaggio pubblicato sui canali ufficiali del club rossonero. La partita di domani contro la Salernitana a San Siro sarà l’occasione per salutare il suo pubblico e rendere il giusto omaggio a un grande giocatore che si appresta a lasciare non solo il Milan ma anche la propria nazionale.

È infatti notizia di oggi la decisione di lasciare la nazionale francese al termine dell’Europeo. Giroud con la Francia ha conquistato la coppa del mondo in Russia nel 2018 ed è arrivato alla finale nel mondiale in Qatar del 2022. All’appello manca l’Europeo, molto vicino nel 2016 ma che poi sfuggì all’ultimo in favore del Portogallo di Cristiano Ronaldo.

L’attaccante francese ha rilasciato un intervista all’Equipe nel quale ha confermato la sua volontà di voler chiudere al meglio al propria carriera sia di club che di nazionale, senza correre il rischio di strafare: “A dire il vero devo dire che questa sarà la mia ultima competizione con le Bleus. Ovviamente mi mancherà tantissimo, ma penso che sarà finita dopo questa estate. Dobbiamo lasciare spazio ai giovani”.

Un futuro, quello della Francia, che sembra sempre molto roseo vedendo la quantità di giovani giocatori emergenti e la qualità con la quale i giocatori più noti si confermano, stagione dopo stagione. Se parliamo del ruolo di attaccante, uno dei diretti interessati a queste parole è l’interista Marcus Thuram che in nazionale è stato più volte provato come unica punta. Un ruolo comunque diverso da quello svolto con il club nerazzurro ma che se ben portato avanti potrebbe rivelare ulteriori doti ancora nascoste di Marcus. Il figlio di Lilian ha trovato in questa stagione una buona continuità anche in Nazionale, riuscendo a trovare il primo gol con la Francia il 7 settembre 2023 contro l’Irlanda. In totale, dopo aver fatto la trafila in tutte le categorie giovanili, Marcus ha disputato 18 presenze con la nazionale maggiore, andando a segno due volte e riuscendo a servire tre assist.

Dopo la grande stagione all’Inter è possibile che Thuram possa ritagliarsi uno spazio importante già da questo europeo, potendo giocare sia come esterno che come seconda punta e avendo mostrato grande feeling con la stella indiscussa, Kylian Mbappè.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts