Vai al contenuto

Gotti salva Corvino da un incendio e si guadagna il rinnovo: il retroscena

lecce-pantaleo-corvino- mister-luca-gotti
CONDIVIDI:
Banner Libro

Gotti salva Corvino. La Serie A che ha appena dato l’arrivederci al prossimo 17 agosto, data di inizio del nuovo campionato, vivrà una sessione di calciomercato finalizzata a colmare il più possibile il gap con l’Inter campione in carica, a cominciare dagli allenatori dove il valzer estivo ha già iniziato a emettere le proprie note con diverse firme già poste e altre che stanno per arrivare. Accordi non solo con nuovi allenatori, alcuni tra i tecnici arrivati all’ultima giornata, tra cui ovviamente Simone Inzaghi, stanno o hanno già siglato nuovi accordi di collaborazione con le proprie società, in particolare uno che ha svestito i panni del mister per qualche concitato secondo in un episodio degno di un film.

Salvezza non solo in campo

Nella giornata di lunedì 10 giugno, il Lecce ha reso ufficiale il rinnovo con l’allenatore in carica, Luca Gotti. Attraverso un comunicato sui propri canali ufficiali, il club salentino ha informato del prolungamento biennale dell’ex allenatore di Udinese e Spezia, guadagnato dal tecnico 56enne non solo per le soddisfazioni ottenute dal Lecce sul campo, ma anche grazie a un particolare episodio avvenuto in occasione di un incontro tra allenatori e direttori sportivi a Vittorio Veneto; un eroico gesto che ha avuto come co-protagonista il direttore generale del Lecce, Pantaleo Corvino.

Dalle pagine di TuttoSport emerge che nel corso dell’ultimo weekend, Gotti e Corvino si trovavano nella località in provincia di Treviso per partecipare a un congresso, evento che vedeva la presenza di numerosi allenatori e dirigenti. Intorno alle 4 del mattino, un albero del resort dove alloggiavano è stato colpito da un fulmine che ha innescato un principio d’incendio. Mentre la situazione si faceva critica, Gotti si è accorto del pericolo e ha immediatamente agito, bussando con forza alla porta della camera di Corvino, riuscendo a svegliarlo e avvisarlo del pericolo imminente. Grazie all’intervento dell’allenatore di Adria, Corvino è stato in grado di rendersi conto di quanto stava accadendo e di mettersi in salvo, evitando così un rischio potenzialmente letale. 

Il rinnovo di contratto di Gotti è stato accolto con entusiasmo, non solo per il suo valore professionale ma anche per la sua qualità umana, andando a rafforzare ulteriormente il legame tra l’ex allenatore di Udinese e Spezia e il club pugliese, alla seconda salvezza consecutiva. Dopo lo spavento per l’incidente al resort, il mister e l’ex Direttore Generale della Fiorentina si sono seduti per definire i dettagli del rinnovo del contratto fino al 2026. Gotti ha meritato questo rinnovo non solo per il suo intervento tempestivo che ha salvato Corvino, ma anche per aver guidato la squadra alla salvezza, dopo essere arrivato a dieci giornate alla fine del campionato, ereditando una squadra scossa dall’addio di D’Aversa e arrivando alla salvezza con una media di 1.30 punti a partita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Gianmarco Vella

Gianmarco Vella