Vai al contenuto

Infortunio Barella: gli esami confermano miglioramenti

Nicolò Barella - dubbio esordio
CONDIVIDI:
Banner Libro

Situazione infortunio Barella. A una settimana esatta dalla gara d’esordio al Campionato Europeo, dove l’Italia si presenterà da Campione d’Europa in carica, a tenere banco nell’ambiente azzurro le condizioni di Nicolò Barella, tenuto precauzionalmente a riposo nella gara contro la Turchia e che anche nell’ultimo impegno prima di Euro 2024, il CT Luciano Spalletti risparmierà per permettergli di recuperare al meglio ed essere disponibile nel match di apertura contro l’Albania. Le parole del presidente Gravina (“Barella ci preoccupa un pò”) avevano destato ansia riguardo la possibilità di perdere l’asso cagliaritano non solo per la prima partita ma anche per tutto l’Europeo ma la mediazione di Gianluigi Buffon, che ha citato i casi di Gattuso nel 2006 e Verratti nel 2021, ha riportato il focus dei tifosi e degli addetti ai lavori sugli esami strumentali a cui Barella si è sottoposto nelle ultime ore.

Progressi confortanti

Sette giorni separano l’esordio della Nazionale Italiana all’Europeo di Germania. Sabato 15 giugno, gli Azzurri campioni in carica affronteranno l’Albania, 66°nel ranking Uefa ma non per questo squadra materasso da sottovalutare dal momento che ha messo dietro nel proprio raggruppamento di qualificazione, formazioni del calibro di Repubblica Ceca, con cui ha chiuso il girone a pari merito con 15 punti e, soprattutto, Polonia, con Lewandowski e compagni in grado di strappare il pass per la kermesse continentale solo ai Playoff contro il Galles. Sarà una gara in cui la presenza di Barella è ancora in forte dubbio, sebbene gli esami abbiano mostrato i significativi progressi nel recupero dall’affaticamento muscolare emersi grazie al programma di recupero prestabilito per averlo a disposizione per Euro 2024 senza intoppi.

Lunedì 10 giugno, il centrocampista dell’Inter partirà regolarmente per la Germania insieme al resto della squadra, dove continuerà a lavorare individualmente in attesa di essere integrato nel gruppo in vista dell’esordio al Signal Induna Park di Dortmund. Come annunciato con toni ottimistici da Gigi Buffon nei giorni scorsi, il test a cui si è sottoposto ha dato risultati confortanti, dando conferma che il riposo dei giorni scorsi ha avuto effetti positivi e dunque Barella potrà gradualmente riprendere una preparazione normale con i compagni, dopo giornate trascorse fra terapie e lavoro differenziato, con la speranza di averlo a disposizione e pienamente recuperato.

Ora tocca a Spalletti che sicuramente farà a meno del regista dell’Inter nella gara di domenica 9 giugno contro la Bosnia e che potrebbe decidere di risparmiarlo, dal primo minuto, nell’esordio all’Europeo contro l’Albania dell’amico Asllani per dargli tempo di recuperare, evitando spiacevoli ricadute. Il CT azzurro, in quel caso, potrebbe scegliere di schierare a centrocampo Cristante, l’alternativa più plausibile, altrimenti optare su Frattesi, cambio che spesso si è visto all’Inter, o a sorpresa Fagioli, ma tutto è ancora da decidere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Gianmarco Vella

Gianmarco Vella